Cerca nel blog

mercoledì 30 giugno 2010

martedì 29 giugno 2010

Niente posto fisso nella Mafia spa


...dopo un po' di anni ti tolgono il distintivo e tu diventi un incensurato qualsiasi.

Non c'è rispetto per la professionalità e neanche per l'età.

Che minkia può fare un povero cristo dopo essere stato licenziato dalla Mafia, il bibliofilo?

Che tempi!

Quando i rapaci passano dal manicure


Taricone è morto.

Una bambina è rimasta senza padre, una donna senza compagno.
Il dolore, spietato ospite, ha fatto irruzione nelle case dei suoi cari.

Succede ogni volta che la morte si accanisce stupidamente su un giovane uomo, bravo marito, ottimo padre.

Ciao Pietro e ciao a tanti giovani sconosciuti che oggi sono morti sul lavoro, per strada, negli ospedali, per disperato suicidio.

Quello che non digerisco è che uno sport (?) venga travisato e corrotto da quella defunta, macabra ideologia che è stato il fascismo.

Come si può abbinare la sensazione del volo libero ad una idea di rapina, di aggressione?

Hanno usato il tuo nome, Pietro, per pubblicizzare un manipolo di uomini "rapaci".

Ma tu non lo eri, eri una persona perbene.

Ne sono convinto.

domenica 27 giugno 2010

Ennesima pensata del solito Tremonti


Verranno multati tutti i bagnanti che praticano il nuoto pinnato se
supereranno il limite di velocità stabilito dal tormentato ministro dell'economia.

Ai piloti di pedalò, oltre alla sanzione pecuniaria, verranno sottratti i dovuti punti alla patente per la guida di auto.

Se passate per Rimini vi indicherò i punti in cui sono state installate le boe con rilevatore di velocità.

Buone vacanze.

Tarcisio va alla guerra


E ci va armato della sua spavalda grinta e di due nuovi ostensori regalatigli da Bush figlio (quello scemo, insomma).

Ieri aveva incominciato a prendersela con il gracile Belgio per via dei suoi magistrati che si erano permessi di interrogare un paio di vescovi su fatti di pedofilia, senza neanche invitarli al ristorante.

Oggi se l'è presa con il G8 e si è prenotato per domani con i G20.

Zio Benny, lasciare certi animali fastidiosi per il loro abbaiare in libertà, senza collare o muserola, è proibito in Italia.

Potrebbero elevarLe una contravvenzione.

Con rispetto,

Fluck

Federica e Vittoria: prove di dialogo.

Il Palazzo delle parole in libertà

sabato 26 giugno 2010

Lassù qalcuno non li ama


Insopportabili le arroganti dichiarazioni di Tarcisio Bertone.

Che cos'è l'assassinio dell'animo di un bambino, monsignore?
Qualcosa da superare con una alzatina di spalle?

A volte spero proprio che esista un Gesù, lassù.

Un Gesù che conosce le sofferenze umane.

venerdì 25 giugno 2010

Furenti notti d'amore tra una mosca e uno.....


...ahem...un anziano proprietario di Palazzi.

L'importanza di chiamarsi Vittorio



Dopo Vittorio Mangano, assassino, mafioso ed ergastolano, eroe ufficiale di farsa italia, un'altra stella accede all'empireo berlusconiano, si tratta di Vittorio Emanuele, puttaniere, presunto assassino e coglionesco padre del coglioncello Filiberto, a cui una delle prime berlusconiane leggi ad personam permise di rimettere piede in questa nostra amata e travagliata Italia.

Grazie, Silvio.

A quando la cittadinanza italiana a Gheddafi?

La Pomigliano di Marchionne, il neo Valletta della Fiat.


Nell'immagine, una mite segretaria di direzione sta rivolgendo al suo capo una semplice domanda: "uè, direttò, io devo andare in maternità: è vero che mi sbattete fuori?"

Non sarà facile risponderle "si"

No, questa trovata della proposta "o schiavi o disoccupati" forse non è stata una buona pensata.

Come non sarebbe buona neanche la pensata di togliere dalla naftalina della Storia il buon Scelba e la sua Celere.

Forza, capitale, sindacati e quello che resta di un presuntoso governo, mettetevi alla ricerca di una soluzione che non preveda nè il suicidio nè l'assassinio della libertà conquistata.

giovedì 24 giugno 2010

Mestizia e malumore nei Palazzi.

Il caimano svelato. Che schifo quelle squame...


Mentre la nazionale di calcio rientra vittoriosa dal Sudafrica e la disoccupazione è sotto lo zero percentuale, un ometto felice si rifà il trucco.

Un po' pesante quel furtivo maquillage che nasconde squame e fattezze aliene, quasi come il trucco delle leggi ad personam che nascondono una atavica propensione alla corruzione e al malaffare.

Giornata gioiosa oggi, 24 giugno 2010: possiamo bearci del nostro presidente desnudo e di una trionfale finale a Città del Capo.

Domani che ci attenderà?

Tremonti che ci spiegherà che con la Slovacchia abbiamo risparmiato un sacco di soldi?

Giorni felici accompagnano la nostra esistenza nel Regno di Silvio Uno.

L'arzilla Brambilla, ministra un po' balilla...



...per i cani ha già istituito i "Comitati Animal friendly".

Per gli uccelli è ancora a livello di telefonate.

mercoledì 23 giugno 2010

Tutto incominciò con una manciata di denari...

Drastiche decisioni


Vista l'impossibilità di tappare i buchi praticati sul fondo dell'oceano dalla BP, l'irresistibile President Obama ha escogitato un sistema giudicato infallibile per impedire che questi buchi venissero praticati anni fà.

Come può essere possibile impedire una cosa che è già avvenuta, vi chiederete: niente di più facile, nella terra di mcDonald e della Pepsi, ricorrendo al Governatore Arnold, esperto in terminator e viaggi nel tempo.

Il suo compito sarà quello di tornare a 9 mesi prima della nascita del presidente BP e tappare i buchi di accesso alle ovaie di sua madre.

Se non funzionerà neanche questa, allora non rimarranno che Othelma e Padre Pio.

Parolacce e parolone volano sull'asse Lingotto . Palazzo Grazioli.

martedì 22 giugno 2010

Morbosi misteri

Preghiera di San Gennaro


"San Gennà, sono Sepe... quello che ogni anno ti prende in mano e ti gira e rigira il sangue fino quando tutta la gente dice "oooooooh!" e ti fa gran festa.

Certo che se 'sta teca mi cadesse di mano e si sfracellasse... addio feste per te, addio soldini per la chiesa.

Ma io non ti voglio impressionare, voglio solo farti un regalo: lo vedi questo bell'appartamentino al Vomero? Vedi che panorama, che sole, che luce?
Ti piacerebbe startene qua, bello bello con tutte le suore che ti vengono a spolverare?

Si può fare: vedi, questo appartamento è di Propaganda Due...Fide!, azzo dico! Un lapsus.
E' di Propaganda Fide e te lo regalo.

Cosa voglio in cambio?

Niente, San Gennà, io sono innocente e non ho paura della croce.

Però nun sacce quello che hanno scoperto chille fetiente e PM, io
sono innocente, lo giuro, ma se quelli hanno scoperto qualcosa?

Perciò, cumpà San Gennaro, me vulite fa' a grazia? Li fate diventare ciechi, sordi e muti a tutti quanti quei fetienti di PM che ce l'hanno con me?

Ci conto!

Allora, 'o famm 'sto rogito?"

Così implorava il monsignore mentre i fedeli, ignari, ripetevano le loro innocenti preghiere.

Dialogo tra due simboli patani


Drago (di evidenti origini laziali) - Aò, ma cheddé sta roba? Me pare la copertina der cane...

Leone (di origini triestine) - Dio che vergogna! Me par de vender gondolete in piassa Sanmarco! Mi scampo, vado via! Ciao...

Fu così che la gloria di uno stemma patano abortì in un cassonetto di un autogrill.

domenica 20 giugno 2010

Signori, la Patania!

Trionfo leghista in tutto il mondo. Isole comprese.


Il pollo leghista và come il pane.

"All'inizio sa un po' di merda, però ci si abitua subito, visto il ridicolo prezzo di vendita. E poi con le chiappe ci puoi anche far divertire il cagnolino".

Questi i commenti più diffusi.

Immonda scomparsa di un piccolo caimano.


Nei fetidi miasmi delle fogne circostanti il duomo di Milano, un giovane coccodrillo precario e proletario ha deciso di farsi uno spuntino, approfittando del passaggio di un saporito caimano nano.

Un sospiro di sollievo si è levato dalla intera città, sospiro che ha in brevissimo tempo coinvolto tutto il mondo civile.

Solo in un angolo defilato del Sahara libico si è visto un mesto tirannucolo piangere e bestemmiare mentre smontava un'iradiddio di tende con incorporati ben due lettoni di Putin ciascuna.

ça va sans dire: sic transit gloria mundi.

lunedì 14 giugno 2010

Sardegna? A sinistra, grazie.

Un saluto dalla Val Brembana e dai suoi eroi.

Disturbi comportamentali


Bobo, il mite e tenero cagnetto da compagnia, era famoso nell'intero condominio per la sua abitudine a sedersi davanti alla tv ogni volta che sentiva il jingle di un telegiornale rai, mediaset, sky o altri.
Aveva accettato il silvio nazionale come capobranco e ne seguiva le vicende.
Scodinzolava quando il suo eroe raccontava barzellette, guaiva quando vedeva un PM e gli è capitato anche di digrignare i denti quando un duomo di Milano in versione bambagia si è sensualmente posato sul grugno del suo fuhrer.

Poi, oggi, gli è capitato di vedere un telegiornale della Svizzera italiana che parlava dell'eroica epopea libica del Silvio.

Icomprensibile il suo successivo comportamento: improvvise lacrime, rapido sollevamento del labbro superiore a mostrare i timidi canini e quindi un forsennato autoazzannarsi che lo ha reso irrimediabilmente spennacchiato.

E poi uno strano modo di abbaiare....

Patania prossima futura

Giuda da Pontida e i suoi discepoli.

Svelato il mistero della mano verde.

domenica 13 giugno 2010

Baruffe celestiali

Ultime dal Mausoleo di Arcore.


Si conferma il trend positivo delle cameriere, in calo quello delle ministre, giudicato ormai in fase decisamente discendente.

Le donne sono sincere.


Adorate compagne-amanti-mamme-infermiere della nostra trasandata vita da eterni pirla, presuntosi ed orgogliosi più del nostro pisellino che del numero e qualità dei nostri neuroni, avete espresso il vostro
definitivo giudizio sulla politica italiana.

Ho cercato mille cavilli per rispondervi: non è vero!

Ne avessi tovato uno, che non fosse una pietosa bugia.