Cerca nel blog

sabato 28 agosto 2010

L'Aquila non perdona

Prime perplessità alla Corte di Silvio Uno.

Festa della Perdonanza

Un sogno di fine estate

Non è necessario sentirsi indispensabili, l'importante è essere utili.

Lotta alla mafia

Travolgente insuccesso del governo nel controllo del territorio.
Adesso toccherà alla Magistratura rimediare al degrado.
lotte fra clan

mercoledì 25 agosto 2010

Però, che paraculi si incontrano in politica!

Umbertone! I leghisti ci avevano creduto, alle elezioni...
lezione di berlusconismo

Perspicacia leghista

A margine del meeting di Rimini, l'astuto ministro Maroni è sbottato in un: "mi sa che tutto 'sto casino politico di questi giorni nasconda il desiderio di far fuori Silvio"
posizione yoga di Maroni prima di sparare le sue "pensate"

La memoria...

...problema di tanti.
E il fosforo non serve a un tubo.
Lo smemorato di Imperia

Cribbio... se mi diventa laico pure lui!

inprobabile difensore della Costituzione italiana

lunedì 23 agosto 2010

Scetticismo

Silvio, non è che non ti vogliamo credere, ma a cosa vuoi pensare tu se non alla gnocca in offerta speciale?

Dai, lascia perdere.

Scettico al lavoro

Due uomini soli al comando...

...azzz!

rassicurante lucidità

Cosa distingue un berluskide...

da un normale cittadino?
Semplice:
berluskide con stemma della casata, alle spalle

un abbigliamento sontuoso che nè un cappellino da jogging, nè degli scarponi suola e tacco 13 riescono ad impoverire.
Poi c'è il bancomat.

Circo "Legaiol's"

...che poi sarebbe quello che ci governa insieme alla "Banda Berluska"

Il capocomico "Berto l'infelice" nel numero del capomandria

domenica 22 agosto 2010

Ma andrà a finire proprio così?

Messaggio ai superstiti...

...di quella che fu una bulgara maggioranza:

"eroici paladini portaborse, rompete le righe e portatemi con voi. Ho bisogno di affetto e di comprensione...qui sono tutti cattivi...sigh...."

Umberto, il Sibillo della Valbrembana, aruspica...

..."ci sarà del pesce nel prossimo Presidente del Consiglio".

Umberto il Sibillo
Il meglio dell'intellighentia italiana si sta strappando i capelli nel disperato tentativo di decifrare l'arcano.

giovedì 19 agosto 2010

NO PASARAN !



. Mediare con codesti energumeni? Si può fare, ma non attraverso l'avezzanese Gianni Letta, bensì con i pidiellini di Celano, gente che tradizionalmente mena botte da orbi".
Così il deputato Pdl, Giancarlo Lehner, commenta l'editoriale apparso sul magazine della fondazione vicina a Gianfranco Fini.

Calderoli, uomo per una sola mezzastagione

Terzium non datur

Diamo un aiutino alla Lega...



...è indifesa, non ha una guida.
Chissà se Di Pietro, part time... no, è troppo impegnato.

Vabbè, faremo a meno della Lega, ma quante gustose risate in meno!

martedì 17 agosto 2010

Incredibile compagno Umbertone




Saranno anche prove di postberlusconismo, però fa un certo effetto l'Umbertone di questi giorni: si sceglie anche gli ipotetici interlocutori dell'opposizione.

I suoi neuroni non hanno retto al berlusconismo.

lunedì 16 agosto 2010

Duello impari

Ma si trattano così 20 milioni di persone?



Epopea rivoluzionaria del "Che" Umberto da Pontida.

prima:
"O questo Governo o elezioni. L'alternativa è un colpo di Stato" ... Bossi benedice la piazza: "Scenderemo a milioni, almeno 20!"

subito dopo:
"Io non faccio dichiarazioni contro presidente della Repubblica"

Strano leader che hanno i legaioli...



Il diversamente raziocinante leader di un partitino di destra ha di recente fatto alcune ambigue dichiarazioni, tipo:

-I veneti sono molto decisi, non sono ancora stati italianizzati.-
-Fini vuole soldi per il Sud.-

Essendo nato nel Triveneto mi sono affrettato a tirar fori la carta d'identita: cessato allarme, sono già stato italianizzato.

Circa Fini, forse voleva dire che il Presidente della Camera ha chiesto un finanziamento per la sua cucina componibile di Roma.

Le piogge ferragostiane devono avere inciso sul normale funzionamento dei neuroni già traumatizzati.

Angurie e cocomeri




Pedigree del senatùr:

Nei primi anni settanta ha militato in rapida successione: nel gruppo comunista de il manifesto, nel partito di estrema sinistra PdUP, nell’associazione dei lavoratori cattolici di sinistra Arci e nei Verdi»[5].

Per alcuni mesi fra il 1974 e 1975 Bossi fu impegnato in un'iniziativa di solidarietà del Partito Comunista Italiano di Verghera, frazione di Samarate (VA); partecipò all'organizzazione di un'esposizione di quadri per una raccolta fondi a sostegno dei dissidenti di Augusto Pinochet, il generale cileno che aveva instaurato nel Paese una dittatura militare. Gli venne data la tessera della sezione locale [4].

(cit Wickipedia)