Cerca nel blog

sabato 31 dicembre 2011

Gossip di Palazzo

Il pettegolezzo si insinua ovunque, anche ai piani alti.


Attentato a Berlino, coinvolti due italiani.

Alle ore 10,30, sul lungospree, sono stati arrestati due italiani, un uomo ed un bracco, tali Pierpasquale e Pierbobi, colti in stravagante atteggiamento sospetto davanti alla Cancelleria che ospira Angela Merkel.

"Siamo prigionieri politici", hanno dichiarato, "viva Silvio!".

Si indaga.



venerdì 30 dicembre 2011

Ma questi eversori non dovrebbe stare in galera?

Vogliono, minacciano, agiscono per distruggere l'unità della nostra amata Italia.
Non sarebbe ora di far capire a questa gente che anche le buffonate possono trasformarsi in tragedia?

Rudere pronto alla rottamazione

Il tenebroso mondo di Silvio

è fatto anche di queste cose.

Sembra che a Villa San Martino sia ospite in qualità di consulente un Conte rumeno, della zona di Transilvania.




Match Supermario vs Nanopirla.

Impari lotta


Tutto si, ma la verità no!

ha sempre pensato il godereccio tycoon di Arcore e grande è stato il suo stupore, trasformatosi immediatamente in profondo disappunto, quando ha sentito "uno dei nostri", secondo lui, cioè un uomo di tradizione liberale, affermare il contrario dell'assioma che era stato la guida spirituale della sua vita.

Davanti ai suoi occhi sbarrati in una espressione di disarmata incredulità è passata in un lancinante attimo tutta la sua lunga vita di inchiappettatore professionista, dove il mascheramento della verità era alla base del suo successo.

Al termine del brevissimo filmato gli è apparsa anche l'immagine del volto degli italiani in cui si rifletteva improvvisamente un guizzo di lucidità che ha istantaneamente cancellato la tradizionale espressione ebete dei suoi elettori.

Da lì alla più logica delle conclusioni il passo è stato dolorosamente breve.




mercoledì 28 dicembre 2011

Anche a Palazzo c'è,

come in tante famiglie, quel componente coscienzioso e responsabile che indica il giusto percorso da seguire e c'è quell'altro, vanesio  e puttaniere, che sta in agguato per cogliere il primo momento di debolezza del giusto per togliersi dall'ombra in cui la sua stessa meschineria lo riduce.

Finirà così?


Un benevolo "buonanotte" dal Papi di tutti.

Come non amare chi ti ama tanto?


Si sa che la morte esalta

...la qualità che più spiccava nell'uomo di cui si onorano le spoglie.


Il virtuoso maestro

dall'impareggiabile inventiva e dal grande estro ha appena interpretato le prime frasi dell'introduzione alla Grande Opera, che ti arriva lei: la contagiosa sfiga dell'instabile pompettaro nano, lasciata libera di pascolare ovunque dal perfido proprietario, il decaduto despota Silvius Uno.

Esiste la peste suina, ma esiste anche la peste berluskina. Ahimè!




martedì 27 dicembre 2011

Silvio in pista: ultimo fremito del Circo Olgettina

L'unica pista in cui il veterano dei buffoni europei può ancora esibirsi è quello del circo Olgettina, fra coscette iperattive di false poliziotte, melanconiche canzoni napoletane, nevicate sospette e pompette furiose.

E noi paghiamo.


sabato 24 dicembre 2011

Intervista a Tunomifott, capo indiano.

- Salve, Grande Capo, sono Fluck e sono italiano.

- Ah, tu di popolo Pirlònpagator, famoso popolo che ha lune che durano 20 anni.

- Come sarebbe a dire?

- Quanto durano da voi vostri dittatori? Luna del puzzone, luna del nano e adesso luna del ragiunatt.

- Capisco, ma non vorrei capire.  Vabbé, ma come potremmo evitare questa sfiga che ci perseguita?

- Inutile che io te spiego, tu non capisci un kalumét.

- E' una opinione diffusa, però tenti di spiegarmi almeno uno dei tanti perché, il più facile, visto le ridotte...

- Tu prima spiega a me perché appena a te detto "paga più tasse, lavora fino a morte sicura e tutto mondo dirà 'bravo popolo pirlònpagator, clap clap clap, però con kalumet che riduciamo spread che tanti soldi porta a noi invisibili spiriti Paduli", tu hai subito scoperto tue misere chiappe e le hai esposte verso far west ma anche east.  Chi furbo e chi Pirlòn?  Ecco tu spiegami questo e io ti spiego resto.

- Sai Grande Capo, mi è venuta una specie di nausea, forse è meglio che questa intervista la butti nel cestino, addio.

- Statte buono e salutame a sorreta.

- Pure Napoli conosce questo... ma va in mona!

- ...e se avesse ragione, se gli spiriti Paduli andrebbero mazziati e non riveriti?  Ma chi lo potrebbe fare se in Europa il politico più coraggioso si caga addosso al solo vedere una guardia municipale con un blocchetto in mano?
Me vado a far 'na mesa luganiga con un bicèr de refosco, và. 
Domàn se vedarà.







Terrore paralizzante

L'atmosfera di sicura vittoria che tanto bene aveva portato alla psiche della dirigenza del PD, sembra ora coinvolta in una perturbazione particolarmente fredda, quasi glaciale.

Il dubbio che si possa assistere ad una invasione di paduli fà tremare i polsi degli arditi dirigenti.


Casini non ha capito

che il suo destino è scritto nel suo cognome.

Capirà, capirà...


venerdì 23 dicembre 2011

Leganord licenzia

Il personale non adatto all'ambiente è stato licenziato con decorrenza immediata.

La crisi sta falcidiando l'inutile associazione a solo scopo di lucro pro cassoeula.







Crisi mistica fra i legaioli

La crisi mistica non è un semplice scherzetto di sinapsi giocherellone,  può essere sintomo di ben più profondi disagi.

Ad esempio, abbinare inconsciamente l'immagine di un rivoltante cesso intasato di escrementi alla famosa sede della leganord, può rivelare il bisogno di una urgente ricerca della verità.

Se la cosa accade ad un suo (della lega) dirigente che conosce a fondo i meccanismi ed i misteri di quanto succede in questo antro di barbari longobardi, potrebbe rappresentare un segnale di speranza per l'Italia.

Non tutti i suicidii sono tragedie.





Rodomonte Silvio

Rode Silvio con il prof. Monti, ma ci deve stare, e in silenzio: è solo colpa sua e del suo paraninfo legaiolo se siamo messi così male oggi.

Ma può un paraculo compulsivo accettare la realtà?  Giammai.


giovedì 22 dicembre 2011

Fornero Story

Son Fornero e non son bella
nè di sopra nè di sotto
ma non faccio la bidella
e se piango, prima fotto.
 

Sono prof e sono brava
ho studiato e poi insegnato,
come cuoca vera frana
faccio il culo al sindacato.

Riuscirò mai a sfondare
nel favore della gente?
Ve lo dico paro paro
che però mi frega niente.





Beauty Contest

Raramente la definizione di un inchiappettamento da 5 miliardi è stata così subdola.

Alla semplice pronuncia di questa formuletta magica, il veterano  tycoon, provato da tante simili battaglie ma mai piegato, è corso a scegliere la più comoda delle sue pompette da sera.

Peccato che non la muliebre bellezza sia l'oggetto di tale concorso, ma le venali frequenze televisive.

Lo smagliante sorriso ed il raffinato profumo non serviranno a farlo partecipare a questo improvvisato tipo di orgia.


mercoledì 21 dicembre 2011

Guerra leghista dello sputo

...nel piatto dove fino a ieri, ma ancora oggi, hanno gozzovigliato dividendo tutte le vergognose responsabilità di inefficienza e di incapacità del governo berlusconi.

Con antica faccia da culo che pure i cammelli si vergognerebbero, le sturmtruppen legaiole scatenano insulse chiassate fini a sè stesse che poi spacciano alla loro base come sapienti azioni di filibustering contro l'odiato governo italiano che continua generosamente a mantenere questi secessionisti dichiarati e convinti (?).

"E' la democrazia, baby" si sente mormorare con stizzita rassegnazione.


Irresistibile scalata

di un piacione alla Rutelli.


Anche i pirla ricchi piangono

Il tentennante e leggermente amletico Luca Pirla di Montezemolo ha deciso (per adesso, ore 15,20) di candidarsi alle elezioni del 2013, causando l'improvviso defilarsi di tutti i partiti e coalizioni possibili, accompagnati da uno sciame sonoro di insistenti grat grat.

Una imbarazzante lacrimona apparsa sulla pelle avvizzita ereditata da Gianni Agnelli, induce però a dubitare che questa irrevocabile decisione riesca a superare la barriera delle ore 16,00.




Alla fiera dell'est

...per due soldi
un Cosentino Berluska comprò.


martedì 20 dicembre 2011

Toh, un Berlusconi spensierato!

Un Silvio inaspettatamente gioioso bombarda la nostra cara vecchia Italia di nuove stravaganti cazzate.

Aveva ragione Veronica.


Meno male che...

la lega non c'è praticamente più, essendosi trasformata in un reparto psichiatrico autogestito.


lunedì 19 dicembre 2011

Se mi gira...

diseredo Marina, ha affermato l'incauto ex presidente del consiglio, il cav silvio berlusconi.

Pronta risposta dell'arrendevole e sobria figlia.

domenica 18 dicembre 2011

Kim Jong Il: è giunto il giorno delle lodi.

I Romani, per augurare lunga vita a qualcuno, gli dicevano "lungi da te il giorno delle lodi", sottintendendo che nel giorno della morte, per convenzione, qualcuno che parlerà bene di te ci sarà sempre.

Tranquillo Silvio, una Began è per sempre.


Appello al nuovo Governo.

Presidente Monti, per cortesia, commetta qualche gaffe.

Se proprio non vuole esporsi lei, incarichi all'uopo qualche ministro, che so, la Fornero che sghignazza sguaiatamente ad un funerale di Stato o Passera che mostra la sua carta d'identità ad una signora dicendo "io le ho fatto vedere la mia, adesso mi faccia vedere la sua di passera...pardon di carta".

Che ci vuole?

Non può improvvisamente tagliare ai vignettisti l'abbondante ed inesauribile fornitura di ridicolo che il precedente governo generosamente offriva: non si può passare così bruscamente dalle risate al pianto a dirotto.
Ci vogliono gradualità ed equità nell'effettuare certe riforme: è lei che lo afferma, non se ne dimentichi

Tra poco avrà una occasione per riscattarsi, visto che al più presto dovrà incontrarsi con Sarkò e la Merkel: che ne dice di una toccatina di culo all'Angela e un "ciao, vecchio puttaniere!" rivolto a Sarkozy?

Ci conto, prof!




sabato 17 dicembre 2011

Riuscirà il loquace intrallazzone

...dottor Lavitola a tenersi lontano dalle malìe del più insidioso portasfiga dell'emisfero boreale?
O nel carcere di Sanvittore dovrà sopportare la visita dell'anziano sirenotto?
Natale è alle porte, vedremo.


giovedì 15 dicembre 2011

Silvio il giustiziere

Nell' angusto purgatorio della politica nel quale è miseramente scivolato, il prode pompettaro sta tessendo la fosca trama della sua vendetta.

Ha realizzato che, dopo il suo cranio malato, il maggior responsabile della sua debacle è proprio LUI, il miglior amico dell'uomo dall'adolescenza fino a che pompetta regge: da qui la decisione di assumere in prima persona la funzione di killer.

Nel suo entourage si mormora: " ma non poteva incominciare dalla testa più in alto?"


Stravaganze da andropausa

Il povero Silvio non riesce a smettere.
L'ultima sua stravante uscita l'ha fatta oggi a proposito del casino creato dai legaioli a Montecitorio, rievocando una sua vecchia convinzione sul potere in Italia.


Legaioli, deputati buoi.

Inquadrati dai fischi dei loro bovari,  le imminenti bistecche disossate con diritto di voto a Montecitorio si sono esibiti nella loro tipica corrida composta da numeri quali lo sputo, l'insulto, la scoreggia, il pernacchio e le maestose cagate che finiscono sempre con uno "splash".

Il distinto Presidente del Consiglio ha mantenuto il suo esemplare aplomb e solo sua moglie ha saputo notare tracce del suo incontro con la masnada dei delinquenti verdi.


Silvio Iscariota

Nulla di nuovo nel giardino di Montecitorio.


mercoledì 14 dicembre 2011

Outing leghista

"Monti è troppo frigido e non sa raccontare le barzellette, e poi come inchiappetta Silvio non c'è nessun altro".

Corale il lamento dei senatori legaioli guidati ed aizzati dal macho Platinette C.


martedì 13 dicembre 2011

Nuovi avversari d'Italia

Due nuovi nemici scorrazzano fra i pantani di Pantania e d'Arcore, sono Silviosky il Moscetto e Gemonikus il Barbaro,  il neocomunista e l'eterno pirla si sffrontano quotidianamente con lampeggiante fragore di tuoni, fulmini, peti e  fetido afrore di ascelle trascurate.

Dove passano questi due dannati non c'è testicolo che non riceva mortali colpi.

Un deserto elettorale  si sta creando intorno a questi due malvagi personaggi, ma, a quanto pare, a loro non gliene può fregare di meno.

Così sia.


Come sono cambiati i Padreterni!

Una volta riempivano di pesci le reti dei pescatori, adesso no.


Accadrà mai?

Teoricamente i due, il fedele Minzolini ed il "paròn de tuto", potrebbero incontrarsi anche in situazioni disagevoli.


Aperta la stagione bianca

Lo sport alpino sta dando il meglio di sé


Ceneri di Mike?

La decisione di spargere le ceneri di Mike Bongiorno sul monte Cervino ha trovato un piccolo problema sul suo regolare percorso di attuazione.


lunedì 12 dicembre 2011

Nostalgia a Bruxelles

Nelle grigie giornate del nord sembrava splendesse un po' di sole quando atterrava il variopinto "Silvius Circus" da Arcore.

Ora un filo di irridente nostalgia accomuna tutti i leader europei che, però, si vergognano un po' a pronunciare quel nome.

C'est la vie.


Cuore di Padre

Trota è felice: non fa un tubo e gli danno 12.000 euro al mese, ma esserne il padre non deve essere una cosa da rendere euforici.


Tristi passeggiate

Tristi passeggiate si ripetono periodicamente sulla dolce terra d'Europa.

Rapaci barbari dal volto sfuggente ma dai pesanti anfibi chiodati vengono qui a romperci i fiorellini. e noi, succubi, li rispettiamo impauriti.

Ma sul mandarli efficacemente affancielo, si potrebbe farci sopra un pensierino?




domenica 11 dicembre 2011

Trota contestato

L' "Associazione Peni Finti Ma Non Teste Di...." si è rivolta ai legali per richiedere un risarcimento economico per i danni recati alla loro immagine dall'abusivo uso di una loro divisa da parte del pluribocciato Trota.

"Fingere di essere dei rispettabilissumi peni finti non significa essere delle teste di ca**o" ha affermato il loro presidente "e invece è questa l'immagine che trasmette il Trota"

Effettivamente...

12.000 euro mensili sprecati

sabato 10 dicembre 2011

Monti al lavoro

Molti (la maggior parte degli italiani) per adesso ringraziano Mario Monti per il repentino disinquinamento audiovisivo dai politici e lecchini del vecchio governo.

Una ridotta somministrazione di berluska, gasparri e cicchitti vari ha temporaneamente risollevato il morale a tutti.


Arrestato Gesù!

Un commando delle forze speciali del Vaticano ha fatto irruzione nel nascondiglio segreto di Gesù a Nazareth in esecuzione di un mandato di arresto firmato da herr Ratzinger.

Voci di corridoio accennano ad un colpo di stato, altri ad un eccesso di avidità da parte del'amministratore delegato dello SCV.