Cerca nel blog

sabato 30 aprile 2011

Vi...

...vi piacerebbe che io cadessi come una foglia in autunno o come le mutande ai bungabunga, che io stramazzassi al suolo come un legaiolo davanti ad un libro scolastico, eh?  Invece no, io resto qui, avvinto come l'edera, attaccato come una patella allo scoglio, a me l'attack fà un baffo, lo uso come colluttorio... non ce la farete mai!
Tiè!


così pensava l'avido fruitore di pompe e di pompette, ignaro del beffardo destino in agguato.

(segue ad una prossima puntata)

Nessun commento:

Posta un commento