Cerca nel blog

domenica 31 luglio 2011

Effetti collaterali

Cinque giornate

A Milano e in tutta l'Italia del Nord sorge spontaneo un gemito: " legaioli, avete rotto le cose più sacre!"
Andé remengo, porco can!

Chiamiamole così: emozioni.

Tremonti

Il perfido Povcatvoia sà troppo: deve sparire, kribbio!

La verità può essere dolorosa e pericolosa (S.B.)

sabato 30 luglio 2011

Tremonti

Tremonti (Povcatvoia per gli amici) sta vivendo una intensa spy story.
Riuscirà il nostro eroe ad uscirne illibato?
Certo che le tentazioni sono tante...

Spionaggio casalingo

Nuovo

Nuovo patto Gheddafi Berlusconi: vacanze ai Caraibi.

MONZA LADRONA!

Ecco come sperperano i nostri soldi i magnacci legaioli sfruttatori dell' Italia che ha la fortuna di lavorare, ancora per un po'.

Guardate lo scoop fatta da la Padania, giornale a diffusione locale molto impegnato nella olgettizzazione dell'amministrazione pubblica e del Pirellone, che ha immortalato un noto triministero monzese in un giorno lavorativo.

Praticamente assenti tutti gli impiegati, gli uscieri e Bisignani, solo alcume melanconiche finestre d'angolo con le persiane aperte indicavano dove i tre ministri si intrattenevano con le ministre B. C. e G..

Nel cortile un annoiato carabiniere guardava un filmato su di un maxischermo, mentre le auto dei boss erano parcheggiate in divieto di sosta, difese dai tre spudorati segnaposti dei ministri.

Non ne possiamo più, Monza ladrona... tutti in galeraaa....!

Per amore?

Gheddafi minaccia di morte il Silviaccio, Veronica, la propronipote di San Giorgio s'incazza.
Sarà vero amore?

Mai togliere i soldini alle signore

Piatto ricco a Tripoli

Veronica preoccupata: tra De Benedetti e Gheddafi rischia che gli portino via la pensione.

Cameratismo

Cameratismo senza frontiere, come le mafie.

venerdì 29 luglio 2011

Veronica

Anche per il vecchio silviaccio è giunto il momento in cui le cose più belle appartengono al passato.

Dài, insisti, vedrai che ti porterà le arance a sanvittore.
In fondo è sempre stata una donna buona.

Silvio vorrebbe tornare con Veronica

Dignità

Dopo il fascismo anche il legaiolismo tenta di costruirsi una dignità culturale.
Primi risultati dello sforzo di Umbertone il Magnifico

Architettura bossiano-palladiana

Amletico tremonti

giovedì 28 luglio 2011

Caccia al pirla

...ormai la preda è vicina, sfuggirà ancora?

Caccia al pirla

I 4 dell'Apocalisse

sono tornati fra di noi.
Terrore e orribile puzza segnano il loro passaggio.

I 4 dell'Apocalisse

Bluff

Il terrore per un drammatico post berlusconismo viene sparso a piene mani dai media berlusconiani, e questo è logico.
E' altrettanto logico che noi ci crediamo?
La risposta ce la dà lo stesso Silviaccio in costume di scena.

Tempi moderni

Belli i tempi in cui bastava un sospiro per esprimere la propria disapprovazione, oggi manco con una class action...!

Disapprovazione

mercoledì 27 luglio 2011

Lavori

Lavori in corso a casa Borghezio: colori ariani, lavoratore in nero?
Patania uber alles, ja.

Borgheziate

Cita

Cita Bossi, il ridicolo nazista di via Bellerio, ha le idee chiare su quanto deve affermare Borghezio e sulla creazione di lager dell'amore in quel di Monza, onza onza, onza ò.

Macabro

Macabro umorismo legaiol-patano

Così ridono nella colorita Patania

martedì 26 luglio 2011

Italia

Italia, Paese da favola e di favole ingannevoli

Nano + Bacarozzo... non siamo messi tanto bene.

Settembre

...è tempo di migrare.

La transumanza, sai, è come il vento
che fà dimenticare chi non s'ama (interpretazione popolare de "la lontananza" di Modugno)

L'uomo che non capì le donne.

lunedì 25 luglio 2011

Pensiero forte

Silvio pensiero

I Templi

I Templi non sono più quelli di una volta, costruzioni che hanno sfidato millenni, tempeste e uomini, adesso sono baracconi che durano al masimo una ventina d'anni.

Guardate il celodurismo celtico... neanche l'abuso di pompette ne ha impedito l'afflosciamento su sè stesso.

Legaioli, occhio alle corna!

Crollo in via Bellerio

Massima pena

Massima pena per il devastatore di testicoli, condannato al Paradiso: tutto luce, musica celestiale e niente bungabunga.

Il giorno della vendetta

mercoledì 20 luglio 2011

Riforme

Giustizia riformata in piena attività


2012

Purtroppo diventa sempre più argomentata la triste previsione maya.

Pompetta esausta

Applausi

Applausi e cori sono un ricordo di gioventù quando lifting splendea sul tuo pacioso viso e le Procure non confermavano, puntualmente, i peggiori gossip sul tuo conto, caro il vecchio utilizzatore finale.

Silvio, c'è gente per te...

Silvionida

Si crede un Leonida alle Termopili, ma è solo un Silvionida alle Terme, pieno di acciacchi, che sogna di essere un guerriero ma è solo un bolso affarista alla fine della sua ricca ma squallida avventura.

Non preoccuparti per noi, non soffriremo di nostalgia quando andrai in pensione.

Ma che sia presto, però!

Chiedi perché ti mollano tutti, Silviaccio.

martedì 19 luglio 2011

Silvio, smettila!

Dài, Silvio, smettila di fuggire ed affronta la realtà: hai troppe cose per la testa per governare, quindi firma il foglietto che Napolitano tiene in un cassetto (quello di sinistra, ovviamente) e, finalmente, dedicati al tuoi preziosi divertimenti.

Al lunedì potrai seguire i tuoi pungolanti processi, il martedì lo potrai dedicare al bungabunga, di mercoledì potrai fare pratica con i tuoi famosissimi "cu-cuuuu" e via per tutta la settimana.

La domenica ricordati di passare in questura per firmare quel famoso registro, come sempre e per sempre.


San Raffaele

Nel Reparto Psichiatria un improvviso ricovero d'urgenza ha scosso il già terremotato ospedale vaticano: il degente è divorziato, puttaniere e in odore di procurato aborto. 

Per fortuna che per lui hanno garantito Dell'utri, Cuffaro e Cosentino


lunedì 18 luglio 2011

Se questi

Se questi sono ministri...

Guardate questi tre disgraziati, un giorno si sono sentiti dire "ué pirla, ti faccio ministro, kribbio! Cuntènt?  Dammi il cinque... inteso come mano!",  che nel frattempo i tre avevano  portato al portafoglio ma che , stupìti, dirottarono prontamente verso quella che veniva loro offerta.

Ognuno studiò la sua parte: chi si preparò sul come mandare ispettori nelle Procure, chi come apparire invisibile nei rapporti internazionali e l'ultimo, il più sfigato, sul come sfanculare i dipendenti pubblici.

Questa bella fiaba è andata avanti per tre anni senza che alcun cittadino si accorgesse di loro e del loro operato e tutto faceva prevedere un felice prosieguo di questa soporifera attività, quando il boss si accorse di aver commeso troppe ca**ate in un troppo breve periodo e, per sviare l'attenzione pubblica, si accanì proprio su di loro utilizzandoli nel giochetto delle tre carte (sapete, quello dove l'imbroglione manovra sotto i vostri occhi tre carte e voi non riuscite mai a capire dove minkia stà quella che avevate adocchiato).

Ed eccoveli qui, i tre tapini, ripresi nell'ultimo sorriso, poco prima di essere aggrediti dal frullatore nano.


Augurio

Fà sempre piacere sentire vicino a noi cittadini un leader della coalizione che ci governa.
Viva l'Italia!

Augurio spassionato

Dopo il Duomo

... vola anche la doccia.

Legaioli, non nascondete la mano, kribbio!



domenica 17 luglio 2011

Socrate

Socrate lo predisse, peccato che non lo scrisse.



Il Banana splittato

Amici leghisti, sfottò politici a parte,  in questo momento voi siete quelli messi peggio.

Fermate Bossi, vi sta riducendo in frattaglia politica, fatelo nel vostro interesse di elettori!

Detto questo, kribbi vostri.

A voi il Banana doppiamente splittato, visto che al momento vuole nuovamente far arrestare il Papa pidiellino.

Domani è un altro giorno, però.

Oggi è cosi, domani si vedrà.



Seduttore di zoccole

Personaggio laido e sborone, sempre esistito, che si fà grande per i soldi che ha, atteggiandosi a irresistibile conquistatore di quelle che lo considerano solo un utilizzatore finale.
Eccolo in un dipinto del '600, ma anche dell'altro ieri.


Giorni patàni

Laggiù in Patanìa, dove i somari sono monoculi in terra caecorum, brindano alle recenti vaccate consumate a Roma zona palazzo Chigi.

L'unica bocca della verità è il povero Tosi che, per non farsi riconoscere, si azzarda in un improbabile dialetto napoletano.

Intanto il trota è partito per le vacanze.


Patti monzesi

Succede anche questo in questo disperato mondo berlulegaiolo


Tariffe elettriche

Se Silvio piange, noi non ridiamo



venerdì 15 luglio 2011

Barbaro

Il barbaro Alemanno, sindaco di Roma per momentaneo sciopero dei neuroni di tanti cittadini capitolini, ha avuto una astuta pensata, eccovela pari pari, senza alcuna responsibilità di chi scrive:

L'astuto barbaro de La Garbatella

Forse

Forse risolto il mistero della scomparsa di Silvio: terrore per una eventuale convocazione al Quirinale.

 Sogno premonitore

Mondo legaiolo

In via Bellerio, in un raffinato ambiente soft, si consuma la pausa té pomeridiano.


Austerity...

o inquietudine?

L'eventuale rinnovo del parco macchine di palazzo Grazioli sarebbe un segnale contrario al "tirate la cinghia" imposto ai mortali italiani.

E poi, il gusto dell' improvvisa ipersalivazione che ogni cittadino prova nell'intravvedere, attraverso i vetri blindati ed oscurati, il liftato volto del nostro sorridente Presidente, ce lo vogliamo proprio togliere?

Tempi duri, si, ma con qualche soddisfazione, kribbio!




giovedì 14 luglio 2011

Perché?

Perché dite che i legaioli non hanno alcuna etica, loro non torcerebbero un capello ad un omosessuale.

Sono i culattoni a non essere ben visti, tutto lì...

Stranezze legaiole

Arieccoli...

lugubri spauracchi incapaci di creare il minimo consenso attorno a sè, i terroristi sono tornati a rompere i coglioni all'Umanità.

Quantomeno evitiamo di far loro qualche cortesia.

Bastardi!

il colmo del paraculismo

Si fà

Si fà presto a dire "raccolta differenziata": questa mattina al mare ho trovato questo rifiuto, dove lo metto, nell'"umido"?
O al fresco?


Crimen

In una fosca atmosfera da imboscate, inciuci ed agguati si sta sviluppando il tentativo dei partitelli ad personam di creare un qualcosa che assomigli ad un terzo polo.
Il povero Fini, famoso per le sue vincenti alleanze (con Mariotto Segni e Pompetta Berlusconi, tanto per citarne un paio) è il più frenetico propugnatore del "zomp d'l ciambòtt" ovvero il salto del rospo, ovvero una cosa goffa e pretenziosa


Neanche da morti...

si smette di pagare per gli errori della vita: il povero Bottino C. assiste impietrito alla catastrofica caduta del sul ex pupillo di merende.

Ultimo colloquio con l'inferno

mercoledì 13 luglio 2011

Presenzialismo

sembra che il Nostro voglia entrare di diritto nel calendario con il nome "Santo Papy Pio".

Padre Pio è apparso in sogno ad un cappuccino e ha detto: "certo che se al posto della pompetta ci fossero state le stimmate, una qualche chance, con tutti i soldi che ha, forse l'avrebbe avuta"