Cerca nel blog

martedì 31 gennaio 2012

Il giglio testimonia

la purezza dell'anima e la coglionaggine di Schettino, la margherita fà pensare all'infantile ingenuità, l'ammanita falloide no, chiunque si avvicini a lui sa che è meglio evitarlo perchè simboleggia nefaste delusioni e impuri quanto inappropriati percorsi.

Perché Rutelli ha scelto la margherita?
Vedremo come spiegherà la cosa allo psicologo di Regina Coeli.





Lega siculizzata

Dramma della gelosia in via Bellerio: il tarlo della gelosia dilaga al nord, insieme con la 'ndrangheta.






Terremoto a Messina

Il Cipe ha ritenuto che quel megalomane di ponte che pretendeva di svettare sullo stretto di Messina sia stato ideato in un momento di particolare sconforto di qualche presidente del consiglio prima dell'arrivo di una provvidenziale pompetta, per cui quei soldi li ha distribuiti su altri cantieri, utili, del sud.

Però la cosa rischia di creare qualche fastidioso strascico a quell'ex PdC.

Speriamo...!



Verona, dove i grandi amori...

o finiscono al cimitero o a ciabattate.



lunedì 30 gennaio 2012

Remare contro

L'Europa si salverà, ma non sarà merito dell'Angelina.


Carattere di Merkel

In Kribbiolandia cielo tempestoso

Chi pensava che il nirvana avesse ormai coperto con il suo pacioso mantello il Regno di Kribbioland, deve prendere atto che non tutto appare per ciò che effettivamente è.

Kribbi loro.



domenica 29 gennaio 2012

Bliz GdF a via Bellerio

Accertate dichiarazioni di numero simpatizzanti false al 99,99%.


Presidente Scalfaro

dicono che lei se ne sia andato lassù, nel suo paradiso.

Eppure, mi consenta di dubitarne: lei è troppo tenacemente ostinato per accettare un torto, anche dalla nera signora.

Affettuosamente io la immagino così.

Grazie Presidente per ciò che ha fatto per l'Italia, che lei ha sempre amato.






sabato 28 gennaio 2012

Patania selvaggia

Laggiù nella profonda patanìa, terra di agguati e di maleodoranti rospi, un ingenuo ciuco cerca di evitare i tranelli che si susseguono sul comodo e ben retribuito percorso che lo porta al Consiglio regionale.



E' arrivato il Salvatore.

E sappiamo chi ci ha messo lo zampino.



Bossi e l'oroscopo

Anche l'Umbertùn cerca di placare la sua ansia per il futuro, così come fanno tante casalinghe di Voghera e, visto che Vannamarchi do Nascimiento ancora non ha riaperto bottega, si è rivolto al più affidabile Dio Po, mago brevettato, riceve su appuntamento, citofonare Gennaro.





venerdì 27 gennaio 2012

Sallusti, il flagello di Dio.

Incapace di affrontare una qualsiasi situazione con un minimo di onestà intellettuale e di misura, il mammuthone del giornalismo italiano continua imperterrito ad accostare le tragedie umane con i guitti di borgata.







Amore senile

Non è un ambiguo rapporto di amore e di odio, quello tra il silvio e l'umbertùn, ma un quasi poetico amore senile tra due relitti di una vita che fu e che non tornerà più, fatto di capricci e di dispetti che ambedue sanno essere futili ed inutili, ma che rendono la loro ormai opaca vita vivibile.

Sappiamo che non siete gay, tranquilli!



giovedì 26 gennaio 2012

Umbertùn l'africano

E' andato fino a Dar El Salaam per chiedere la restituzione dei soldi investiti dalla leganord, ma una gentile e agile segretaria gli ha spiegato che non era proprio il caso di farlo.

Ora dovrà spiegare la situazione a Borghezio.
Si, la vita dei pirla non è sempre felice.



Minkia, un altro mito che se ne va...

La laboriosità brianzola e quella lombarda in generale sono state un mito negli ultimi decenni della società italiana, ma adesso scopriamo che fra bungabunga, crociere e collaudo di olgettine e consigliere, in realtà a lavorare erano solo i terroni e gli immigrati.

Complimenti don tizio, il prossimo ritiro spirituale lo passi ad Arcore ché, se non ci scappa una medaglia, almeno un mezzo bunga non glielo leva nessuno.



Berlusconi diffamato

"Mezza cartuccia".
Secco, cattivo e astioso il diffamante insulto ha colpito al cuore il vecchio zoccoliere, come una vera cartuccia caricata a pallettoni per cinghiale.
Stordito ma non domo, il diversamente visibile residuo di quello che fu un simil-tycoon ha rabbiosamente reagito all'offesa inferta dal suo forse, chissà, ma anche no, ex alleato.



mercoledì 25 gennaio 2012

Lega con le chiappe strette

Il debole terremoto che questa notte ha colpito la Lombardia ed il Veneto ha fatto stringere le ignobili chiappe di certi legaioli secessionisti.

"Kribbbio, e se quà casca giù tutto, chi si mette a lavorare per tirar su le case, adesso che noi tutti viaggiamo in suv e le nostre mani si rifiutano di sporcarsi?" si sono chiesti, mentre il boss, fugacemente e con un sospiro di sollievo gettava nel caminetto acceso una cartella intestata "secessiùn o morte".






Grillo e la cittadinanza

Meravigliarsi di Grillo è impresa più inutile che impossibile, visti i suoi repentini passaggi dal sarcasmo intelligente al coglionismo più insulso, però l'ultima sua uscita sullo "jus soli" ha il pregio di essere inaspettata, oltre che insipidamente razzista.

E poi detta da uno che probabilmente farebbe carte false per uno straccio di cittadinanza svizzera...




martedì 24 gennaio 2012

La Lega è morta, Viva il B.E.S.!

Il soporifero leader minimo di quella che fu la leganord ha chiuso la bottega dove spacciava celodurismo e onestà taroccati, per subentrata mancanza di clienti.

Poteva un finto dottore, finto marito fedele, finto essere raziocinate rimanere con le mani in mano, senza più polli da spennare pro Tanzania?

Onestamente, non poteva, ed è per questo che, pur reprimendo un malandrino conato di vomito, vi documento la nascita del nuovo movimento bossiano: "Bossi, Ecologia e Secessiùn", BES (tia che roba...).
Occhio a questa sigla, in futuro.



Due di picche per Angela

Anche la fragile teutonica Cancelliera, quella che inquina con i suoi pestiferi "nein" l'intero Mediterraneo, ha ricevuto più di un due di picche da queste ridenti (per altri versi, purtroppo) coste del sud Europa.
E lei ne soffre, ma noi no.  Tié!






Mario I° di Valacchia

Non è truculento come Dracula, l'ottimo prof. Monti, ma porca miseria come sta lasciando esangui i nostri bancomat!





lunedì 23 gennaio 2012

Bovaro crudele

Capitalismo da stalla patana, senza regole, senza pietà, senza soldi.
Roba da barbùn.




Struggente appello dei black blocs

La crisi colpisce cieca ed inesorabile tutti, anche i mai troppo vituperati black blocs.

Fà un certo effetto vederli elemosinare qualche scontro di piazza, qualche camionetta da incendiare e stringe il cuore vederli travestiti da onesti operatori del forcone pur di portare a casa la cena.

Ma tant'è, prima di farsi dimenticare il berlusconismo ha ancora qualche peto da emettere.


Non è per cattiveria

verso il sensibile stomaco degli italiani, ma solo per non dimenticare la sobria e composta espressività dei massimi dirigenti legaioli: sagace profondità di sguardo di uno e raffinata eloquenza dell'altro.

Hanno governato l'Italia negli ultimi 10 anni, e si vede.



sabato 21 gennaio 2012

Anche il legaiolo pretende una origine, ma...

forse crea qualche imbarazzo ai suoi presunti capostipiti


Grazie Pierluigi Bersani

Fà un gran piacere accorgersi che uno degli uomini più potenti d'Italia, il probabile successore del prof.Monti, sappia vivere le sue ore libere da impegni nei luoghi e nella benefica pace della temporanea solitudine, così come facciamo noi semplici cittadini.

Non siamo in campagna elettorale e non è stato uno spot.






giovedì 19 gennaio 2012

Europa mon amour...

Bel paese l'Europa, dove regna la solidarietà, l'armonia e grande generosità.


.

Non sempre di granito

...son gli scogli, anche un culone può essere di grave ostacolo.



Menage à trois?

"A pensare male si fa peccato, ma spesso si indovina" dice un anziano politico, ma il vagabondare per tutta Europa di questa societa di rating dal fegato sospettosamente indurito, evitando accuratamente di passare per Berlino, fa nascere il maligno pensiero che qualche recondito motivo ci sia.

E siccome noi italiani abbiamo un'idea fissa....


Jeux interdits (giochi sporchi, a sud delle Alpi)

mercoledì 18 gennaio 2012

Schettino vende scoglio

La poetica estrosità napoletana non poteva farsi sfuggire questa occasione unica e irripetibile.

Vendita di uno scoglio toscano con consegna a domicilio.


Piazza Tianambellerio

Situazione tragica ma non seria in via Bellerio, in quel della Milano legaiola.

Si sta preparando lo spettacolo di piazza destinato ai soliti pirla che si ostinano a credere che bossi, maroni, calderoli, speroni, borghezio, salvini etc., siano dei politici e non degli operatori di Circo equestre, categoria pagliacci.



martedì 17 gennaio 2012

Il peso delle parole

a volte è insostenibile.

Se in una Schettinata da brivido il nostro ex presdelcons, noto "papi", non avesse tirato in ballo certe parti esuberanti del corpo della Merkel, forse oggi non avremmo problemi con lo spread.


Crucche d'antan.

Feroci aguzzine che non rinunciano facilmente al romanticismo, così sono le crucche d'antan.
Dei crucchi maschi d'antan non ne parliamo.

Un allibito Mario Monti ha commentato "voleva farsi perdonare la sua ostinazione a non voler capire molto di economia, però il suo segretario deve essersi dimenticato di dirle che in Italia il presidente del Consiglio nel frattempo era cambiato".
"Brrrr... e Berlusconi ha guardato solo il lato B"  ha aggiunto con espressione vagamente enigmatica ma chiaramente disgustata.



Due balordi in fuga

due squallidi personaggi sono in fuga da quella realtà che loro stessi hanno stuprato.
Se li incontrate emettete una bella pernacchia e continuate per la vostra strada.
Non meritano alcuna considerazione.


lunedì 16 gennaio 2012

Una espressione alla Scilipoti

dipinta sul faccione da venditore di tappeti turco, il teutonico Meister, presidente dei deputati conservatori al Bundestag , ha dichiarato che "il volume complessivo del fondo dovrebbe essere mantenuto ma con maggiori contributi da parte degli Stati declassati da S&P. "Il volume totale dell'European financial stability facility deve essere mantenuto

Grazie dottò, eravamo sotto stress per trovare un modo spiritoso per spendere i tanti soldi che ci sono rimasti.

Dottor Meister, scommetto che lei è un ex bancario addetto ai fidi in cui regna il principio di dare i soldi solo a chi già ce li ha.

Complimenti-






Ne avremo ancora per molto...

con queste balle legaiole?

Siamo arrivati alla fatwa contro il voodoo, al cornetto contro il ferro da cavallo e il tutto condito dal niente: linguaggio scarso per non dire demente, sceneggiate da teatrino dell'oratorio e deprimenti comparsate in tv.

Leganord, deciditi a tirare l'ultimo respiro ché si sente già puzza da decomposizione.
La base non vuole più codesta ingombrante e indecente dirigenza, vuole si la libertà, ma dalla vostra presenza, non dall'Italia.

Non riuscirete a salvarvi i ciapp.







Candido ometto...

"il Calderoli", ex ministro esperto in inutili leggi flambée, abbastanza narciso da volersi rispecchiare in qualsiasi affermazione ad effetto da chiunque pronunciata,  non sa ancora che la precipitazione può portare a fraintendimenti.

Perché abbiamo tutti frainteso, no?
Lui non è un legaiolo, kribbio!






domenica 15 gennaio 2012

Ribellione patana

Ma perché questa povera gente di fede legaiola deve pagare 1 euro e spicci per accorgersi di essere guidati da impavidi guerrieri e non da quelli che fino a ieri combattevano fieri solo alla sagra della luganega e del crauto.

Non è che con un po' di enfasi casereccia riesci a trasformare un pirla qualsiasi in un Einstein.








Sconcertante linguaggio

...quello usato a Bruxelles, che sia criptato per comunicarsi importanti notizie segrete?



sabato 14 gennaio 2012

Ma, Scilipoti....

per chi vota al momento?
Mi angustia non avere più sue notizie e il fatto che Mario Monti non si sia ancora pronunciato sull'agopuntura in Italia mi rende pessimista sulla sorte di questo governo.
Altro che rating di S&P!




Cosa succede in città?

Sembra che la base legaiola stia ponendosi seri dubbi sull'asmatico despota di Gemonio:
1- il berluska ci ha sputtanati e l'umberto sempre culo e camicia con lui, chi ha invece combattuto seriamente il silviaccio? Tonino.
2- ogni volta che quello di Gemonio và in tv ci mette ansia con quel suo parlare indeciso e incomprensibile e comunque la finisce sempre con il dito medio alzato, Tonino invece denuncia, si incazza e rimane simpatico.
Sai che ti dico barbùn de un umberto? Ciapa su i scarp del tennis e va a dà via i ciapp.
Tonino, lo potremmo fare un discorsetto insieme?

Incredibile, ma sembra che un nuovo amore infiammi la base leghista.

Che strana la nostra Italia.





venerdì 13 gennaio 2012

Incombe un grosso palo

sul sonno dell'ingiusto nano.

La prima parte dell'infame accordo è stato rispettato ed il secondino ha atteso invano l'ingresso del nuovo cliente.

La seconda parte si concluderà a primavera, che incombe anche lei.

Riuscirà ciò che resta di un tycoon a pompa a resistere tanto?  La primavera, è strano  ma vero, registra ogni anno una ecatombe di tycoon a pompa.
Sono stati rigorosamente espletati i dovuti scongiuri.

Però così è.



Se i padri della Patria...

sono questi, glissiamo se qualcuno ci chiama "gran figli di una escort", potrebbe essere vero.



Quando la lotta...

si fà dura, i duri di comprendonio restano sempre tali.

Leganord goodbye.


leggere "clavicembalista". excuse me.


giovedì 12 gennaio 2012

Trota da cazzeggio

Ma si, in una giornata che ci ha regalato solo conferme di quanto noi uomini e donne della strada, nel senso di bar o mercatino, eravamo già convinti, spariamo una tenera cazzeggiata sul volitivo ed intellettuale figlio di quel gran marpione di suo padre, l'umbertùn invalido per gnocca.

Lo banali conferme sono:

a) non arrestano quel tipo viscido del Cosentino e così non mettono in piazza altri contrasti che andrebbero dannosamente a rompere i cotillons al nuovo governo, tanto a Cosentino chi se lo fila più?
Non se lo filano i colleghi di partito che ormai sono esausti per le tante votazioni a favore della sua permanenza extra carcere;  lo evitano con meticolosa attenzione i camorristi e gli amministratori che al suo solo apparire spengono i cellulari, scappano facendo finta di non averlo visto e vanno subito a cercarsi un alibi.

b) respinto il referendum che avrebbe solo portato nuove tensioni senza risolvere il problema di fondo: la riforma della legge elettorale.  Con il porcellum non si va da nessuna parte e quindi i partiti sanno che al più presto dovranno sedersi uno a fianco dell'altro e tirare fuori una nuova legge, nella certezza che non accontenterà nessuno, e nella speranza che non favorisca alcuno.

Questo giro lo offro io: prosecco per tutti.  E via con il cazzeggio.




Globalizzazione nei bassifondi

Strani miscugli dialettali e morali stanno avvenendo fra gli strati sociali meno degni del Nord e del Sud.

Professor Monti, faccia in fretta a rimettere ordine in Italia, perché la Madunina armata di lupara sarebbe una visione sconveniente.