Cerca nel blog

giovedì 12 gennaio 2012

Trota da cazzeggio

Ma si, in una giornata che ci ha regalato solo conferme di quanto noi uomini e donne della strada, nel senso di bar o mercatino, eravamo già convinti, spariamo una tenera cazzeggiata sul volitivo ed intellettuale figlio di quel gran marpione di suo padre, l'umbertùn invalido per gnocca.

Lo banali conferme sono:

a) non arrestano quel tipo viscido del Cosentino e così non mettono in piazza altri contrasti che andrebbero dannosamente a rompere i cotillons al nuovo governo, tanto a Cosentino chi se lo fila più?
Non se lo filano i colleghi di partito che ormai sono esausti per le tante votazioni a favore della sua permanenza extra carcere;  lo evitano con meticolosa attenzione i camorristi e gli amministratori che al suo solo apparire spengono i cellulari, scappano facendo finta di non averlo visto e vanno subito a cercarsi un alibi.

b) respinto il referendum che avrebbe solo portato nuove tensioni senza risolvere il problema di fondo: la riforma della legge elettorale.  Con il porcellum non si va da nessuna parte e quindi i partiti sanno che al più presto dovranno sedersi uno a fianco dell'altro e tirare fuori una nuova legge, nella certezza che non accontenterà nessuno, e nella speranza che non favorisca alcuno.

Questo giro lo offro io: prosecco per tutti.  E via con il cazzeggio.




Nessun commento:

Posta un commento