Cerca nel blog

martedì 31 luglio 2012

Ingiuriose parole, oibò

La Cassazione suggella la regolarità di un processo e non può quindi scegliere gli argomenti su cui giudicare, altrimenti non spenderebbe tempo, soldi ed anche un po' di seriosità per sentenze come questa.
Purtroppo la Cassazione è anche l'ultima spiaggia dei tanti prescrizionisti che, suggestionati dagli strepitosi successi di un nostro ex PdC, quello non alto di statura, il bungabunghista insomma, sperano nel tempo che scorre per cancellare le loro marachelle.

Marachelle a volte tragiche, a volte dal sapore di assemblea condominiale.



lunedì 30 luglio 2012

Fermatelo, pover'uomo

Non si sa quali nefasti sondaggi abbiano spinto il ruspante Tonino a percuotere a testate con tanta veemenza le solide mura del Quirinale, ma i risultati si vedono, anzi si sentono.

D'altronde cosa dire di un "politico" che per due volte ha sottratto voti al PD senza mai saperne poi cosa fare?

Ora il PD è in buona salute dopo una lunga e travagliata convalescenza, mentre il simpatico Tonino è in evidenti difficoltà.

Tonì, fatti vedere dal dottor Bersani e ascoltalo, forse è il momento buono.



Bianchetto sulla Magliana.

Cercavo su google  una foto di questo devastante consigliere di Alemanno, visto che è stato arrestato, processato, condannato e chiamato a svolgere un ruolo pubblico, ma non vi ho trovato neanche un disegnino.

Sarò stato superficiale nella ricerca.

Ho però trovato le foto di alcuni suoi referenti, in primis de pedis, che hanno gentilmente risposto alla mia domanda: "ma chi minkia è questo maurizio?"



Non fraintendete

...stanno parlando di come fottere Bersani e Maroni con il porcellum.



Musica nuova a Berlino

Il fascino dell'intelligenza, con l'aiuto di un po' di grigio sui capelli è micidiale con le romantiche frau.

Ci vuole tempo e tanta pazienza, però.




domenica 29 luglio 2012

Nel democratico Partito di Arcore...

si è molto riguardosi verso il ricambio.

Di pannolini e di pannoloni.



Alemanno, kribbio!

Proprio sotto le elezioni dovevi pagare una consulenza ad un ex terrorista neo fascista?

E mandalo ad Arcore, lo sai che per gli amici degli amici c'è sempre un dignitoso posto da stalliere!

Kribbio!



Oscar Giannino,

simpatico ed apprezzato giornalista specializzato in economia, non deve avere molto polso se non è riuscito a dire di no alla sua datrice di lavoro, la tribolata Marcegaglia, che gli ha imposto di rinunciare ai suoi stravaganti vestiti alla Platinette in versione "seria" e di dedicarsi alla creazione di un movimento liberal bum bum.

Naturalmente è andato in giro a chiedere il parere dei politici (vabbè!) di area.




sabato 28 luglio 2012

Marchionne, un manager o un pirla?

Lo ricordiamo tutti in un filmato dove lui, studente secchione, stava scrivendo ad un tavolino quando, felino come un rospo, il nano nazionale gli arrivò alle spalle per fargli una equivoca grattatina alle clavicole.

Alcune mamme allontanarono precipitosamente i bambini dalla tv perchè interpretarono quel sordido approccio come l'inizio di un film porno gay e, per precauzione, spensero il televisore.

Ormai di questa stanca mancata promessa di uomo forte si parla solo in occasione delle sue cazzate.

Purtroppo sempre più spesso.






giovedì 26 luglio 2012

Nicole Nicole... ma proprio i preservativi?

Ma non capisci che lanciare sul mercato, come scrivono alcuni giornali, un nuovo preservativo chiamato "bunga bunga condom", sa di cosa usata, poco igienica e pompettizzata?

Orsù, tu di madre lingua inglese e con due tette così non sai inventarti un nome più attraente?
Prova con "No Pump", il condom depompettizzato per gente ruspante.

Sempre meglio che bunga bunga.



Roberto il "memor domini": dove si parla di sfiga.

Povertà, castità assoluta ed obbedienza: queste sono le semplici regolette di vita dei memores domini, i laici che dedicano la loro vita al Divino, inteso come Dio.

Aggiungetevi l'obbligo di convivere insieme ad altri 4 o 6 adepti dello stesso sesso e che ogni tanto la castità barcolli, poi ditemi come una persona senza problematiche cromosomiche possa sentirsi felice in un mondo godereccio come è stato quello in cui abbiamo vissuto sino ad oggi.
Domani si vedrà.

Bè, il Celeste ha dovuto lottare per restare nelle regole, non tanto con la castità, chè non si conosce donna alcuna che abbia potuto fregiarsi nei suoi gioielli, non tanto per l'obbedienza perchè provaci tu a disobbedire nel mondo paraecclesiale e chiedi poi a Giordano Bruno, quanto con la povertà, cosa non degna di un uomo di potere come lo è il Robertino del Pirellone.

Lui, con orgoglio, dice di esserci riuscito.

Eccolo ritratto in due ritiri spirituali.




mercoledì 25 luglio 2012

Non è che la mafia non si fidi di Silvio...

è che quella pompetta lo espone a troppi e frequenti rischi di "s'ciupùn", e certi contratti sono a lunga scadenza.

Onestamente, un minimo di garanzia ci vuole, anche fra gli esemplari gentiluomini di Corleone, kribbio!



martedì 24 luglio 2012

Povero Attila...

si è attirato la vergognosa definizione di "flagello di Dio" solo per aver fatto, in folta compagnia, una scampagnata a Roma con alcuni spiacevoli casi di bunga bunga e di arancia meccanica.
Si, ha anche rubacchiato parecchio, ma a quei tempi era nobile consuetudine.

Ma Moody's, questo mostro armato di rating, come dovremmo definirlo?

A capo di una sterminata banda di ladroni sta distruggendo una società avanzata come la nostra.

Armato di un solo fax con cui comunica le sue valutazioni prese in un accogliente ufficio manageriale ed elaborando forse ad cacchium dati che si trovano anche su internet, scatena le sue orde finanziarie contro questo e quel nemico, così, come gli girano i coglioni, probabilmente.

E' un ente privato, ma gli Stati e la politica al solo sentirne il nome si abbassano le braghe e si posizionano opportunamente.

Così come il buon vecchio Attila non fu la causa della fine di Roma imperiale, ma solo la testimonianza del suo degrado, così appaiono oggi le agenzie di rating nei confronti della classe politica.

E, per cortesia, non tacciatemi di cialtroneria per queste poche ed ignoranti idee, quelle degli economisti in ordine sparso non sono migliori: sparano cazzate ognuna diversa dall'altra così che si fondano e si confondano e tutti ne escano con le loro proprie strampalate ragioni.

Nel frattempo noi non riusciamo ad immaginare cosa succederà domani.


Berlusconate estive

In disgustosa solitudine i senatori prediletti dalla fallita ditta "Silvio & Umbertùn - politici per necessità di famiglia" hanno approvato un emendamento che propone il semipresidenzialismo, cioè l'elezione diretta del presidente della repubblica.

Sembra una cosa come tante, ma in realtà con questa eventuale modifica, se un tizio dispone, che ne so, di tre o quattro reti tv nazionali, di due o più quotidiani e si chiama  silvio berlusconi, riesce non solo a sfangare tutti i processi penali a suo carico fino al suo ultimo inutile respiro, ma continua ad essere arbitro del destino di noi italiani.

Grazie Silvio, hai già dato, purtroppo.
E' proprio giunta l'ora di togliere le tue scarpette da sopra i nostri testicoli.
Sorry:-)






lunedì 23 luglio 2012

Angela ha un dubbio

Un ricordo di tempi lontani, una possibile analogia inquietante e dolorosa la fanno riflettere sulla sua durezza contro quello scudo anti spread che le mediterranee cicale, tutte pizza, mandolino... e non si ricorda più neanche lei, chiedono con maschia insistenza.

Quando una donna riflette, in genere è un buon segno.



La Minetti vuole espiare

...ed è pronta a rifarsi una verginità, si ritiene morale, in terre assai lontane (Los Angeles) a condizione che possa flagellarsi con un beauty center in proprietà ed un contratto per una interminabile fiction.

La si è vista entrare in questura ad occhi bassi per rinnovare il passaporto, con rivoli di lacrime che lasciavano una melanconica scia sul rovente selciato e le chiappe strettissime, nel terrore che Formigoni venga dimesso troppo presto e la pacchia del Consiglio regionale svanisca in un attimo, come una sveltina sulla spieggia.




domenica 22 luglio 2012

Arance per Alfano

Non a Rebibbia, quelle riservatele per altri, queste, voi berlusconiani, dovreste portarle al San Camillo, noto ospedale romano dove il povero Angiolino è ricoverato per una urgente cura del sonno.



sabato 21 luglio 2012

"Giù le mani dal nostro lavoro!" f.to Black Blocs

Incidenti in Val di Susa sono scoppiati ieri notte, ma questa volta non erano rivolti contro la Tav, come ipotizzato da giornalisti un po' superficiali.

Lo ha precisato il sindacato "Black Blocs - Ferrovia" precisando che l'ipotesi di abbandonare l'iniziativa Tav da parte della Francia mette a rischio il posto di lavoro dei suoi iscritti, cosa intollerabile in questo momento di recessione.

"Il governo provveda immediatamente a inviare al confine con i mangiarane i Lagunari, la Folgore e i Manipoli d'assalto Black Blocs, nel frattempo noi continueremo con i nostri pacifici cortei armati" è la pressante richiesta formulata dal sindacato.

Come andrà a finire?






Persone energiche

Con una grinta non facilmente immaginabile per chi non lo conosce, il presidente BCE Draghi ha sputato in faccia agli speculatori internazionali che la Banca Centrale difenderà l'euro senza alcun tabù.

Con una ineffabile faccia da culo un vecchio piduista ha imposto alla sua ex maitresse di dimettersi dal posto di consigliera regionale che le aveva regalato.

Con un incrollabile, eterno sorriso femminile la volpina Nicole risponde: "Tié!"



Gossip... è estate!

Ricordate l'Olgettina, metafisico simbolo dell'altra metà del mondo secondo i canoni berlusconiani?

Vi abbiamo notato un'ape regina che fà venire in mente, però, un pungiglioso calabrone.




Meschin Cicchitto

Il suo aspetto dimesso, quel parlare a bocca serrata, il viso perennemente atteggiato ad una espressione di disgusto ne fanno uno dei più odiosi personaggi televisivi, uno la cui comparsa sul teleschermo mette in moto un furioso zapping dalle Alpi a Pantelleria.

Ieri notte si è esibito in un ardito esercizio di piaggeria usando l'attuale spread come arma per dimostrare che il governo Monti non fa meglio dell'ex governo bunga bunga, per cui era meglio se a palazzo Chigi fosse rimasto il suo agevolatore di stipendio.

Assassino e medico rianimatore messi sullo stesso livello, quindi.

Nella loro creativa fantasia i bambini fanno lottare i draghi contro i cacciabombardieri, nel suo creativo leccaculismo Meschin Cicchitto fa competere un riconosciuto economista con un riconosciuto piduista.

Tirèmm innanz!




venerdì 20 luglio 2012

Ultima cena a Pontida

Cosciente della fragilità della sua situazione politica, il burbero Umbertùn ha chiamato a raccolta i suoi ex apostoli per una cena di addio sul Pratone di Pontida, luogo di gioiosi ricordi, di gare di rutto modulato e di cori alpini con pernacchie & scoregge.

E' andata come tutti sappiamo, con l'ex re di Patanìa abbandonato come un cane sull'autostrada, giusto con una ciotola di cassoeula a fianco.

Ma non provano un po' di vergogna questi legaioli buoni per tutte le stagioni, come le mutande di cotone?






Vita travagliata

Esistono le donne sfigate: guardate questa poveretta che è rimasta più bassa del padre.

Essere più basse di un padre campione di basket è quasi un obbligo, ma essere più basse di un padre basso 1,50 supertacchi compresi, dài...

Si, si può tentare di distrarre l'attenzione gonfiando altri attributi fisici,  ma è come un brodino contro una fiorentina chianina, lascia insoddisfatti.






Quando la mafia è poesia

E' indiscutibile che i mafiosi siano essenzialmente dei letterati, uomini di penna, pizinni e di Accademia della Crusca, precisi nei termini e rispettosi del loro significato.

Perchè non si riesce a progredire nell'inchiesta sugli accordi mafia-Stato?

Semplice, perchè la domanda è scorretta, quella esatta è "accordi tra mafia corleonese e mafia statale".

I veri letterati non accettano le superficiali approssimazioni.

Leggete con attenzione le dichiarazioni di questo baldanzoso senatore e ditemi se non ha ragione.



giovedì 19 luglio 2012

Sant'Antonio Riina, amici siamo...

La pseudo destra italiana vive in questi giorni la sua inevitabile ignominiosa fine.

Per troppi anni è stato spacciato per destra liberale un becero fascismo del tipo "vorrei ma non posso" a cui i veri liberali moderni si guardavano bene dal partecipare e che ha consentito a presunti politici (bossi e famiglia, berlusconi e famigghia, camorre e loro clan, eccetera eccetera) di strapazzare l'economia e la democrazia italiane, forti di una inaspettata ed immeritata maggioranza elettorale che, in un suo ciclico momento di follia, il popolo italiano aveva deciso di regalargli.

Per loro è finita, a noi resta un amaro conto da pagare:  ce ne ricorderemo?




mercoledì 18 luglio 2012

Silvio l'evangelico

Pure la parabola del figliol prodigo si è inventato il viscido Silvio, per fottere l'ingenuo Angelino, già candidato capo tribù dal padre Pidiellus.

Il fatto è che che padre padrone e figlio perdonato si assomigliano troppo, anche se strettamente imparentati.




Grillo getta la spugna?

Il lancio è riuscito, le palanche sono arrivate, la gente ci è cascata e sarebbe il momento giusto per tirar su il malloppo e vai con la barca!

Ma la gente ci ha creduto, la situazione economica non si decide a migliorare e la gente sempre più insistentemente chiede ai politici di riferimento lumi sullo sviluppo del dramma Italia.

"Belìn, che minkia vogliono da me? Che si leggano i giornali: i giornalisti le sanno certe cose, io sono un ragioniere..." ha confidato ieri il povero ex comico ad un amico, prima di scoppiare in un pianto singhiozzante.

Gli ultimi reduci dei vaffan... day stanno ripiegando le bandierine e mentre si allontanano si sentono pronunciare consonanti sibilanti, tipo "sstro..."



Colpo di sole

... alla redazione de il Giornale.

Per un attimo sono rimasti confusi tra verità e leccalusismo.

Leggera ischemia ad un anziano signore di Arcore.



martedì 17 luglio 2012

Con questa faccia da masnadiero

sono soltanto un uomo vero... e la giustizia lo proverà.

Si, però... un sorrisino non le è mai scappato!  Ricordo una foto di quando fu nominato ministro per la prima volta e con grande sforzo fu costretto ad accennare ad un tentativo di sorriso: ne venne fuori una smorfia da brigante appena scampato ad un agguato dei carabinieri.

Un irto ciuffo di capelli ribelli a spazzole e brillantina completava il disarmonico profilo.

Compatibilmente con il momento, provi a sorridere, tanto per non far aumentare il numero dei seguaci dello sciagurato scienziato.










A che punto siamo, Comandante Monti?

Strategia dello "speriamo in Dio?"


Il tutto mentre ci si incazza per i matrimoni gay...

lunedì 16 luglio 2012

Là, dove Silvioz Primero...

regna felicemente, ferve l'operosa opera di sostegno dei suoi fedeli sudditi.



Tra Bild e Libero, Berluska...

ha scelto Bild.

Non ha voluto che Libero andasse in overdose.

Quel giornale non lo vogliono più neanche nella San Patrignano delle notizie tossiche.









domenica 15 luglio 2012

Titanici scontri nel PdL

Le mille anime della società che liberamente e democraticamente competono lealmente nel Pdl per offrire al Partito il meglio delle loro idee al fine di portare questa Italia addirittura oltre il benessere ed il prestigio regalatici dagli ultimi due governi presieduti da S.M. Silvius Primero, si sono dati battaglia per la nomina del nuovo candidato alle prossime elezioni.

Tanti erano i candidati e nessuno partiva sicuro perdente:

- c'era Alfano, con il 99% delle preferenze dichiarate,
- seguiva Cicchitto con l'86%,
- quindi la Carfagna, forte del 69%, ma con possibilità di ulteriori rigonfiamenti,
- veniva poi Larussa con il 65%
- e poi c'era Gasparri con lo 0,012, ma con un fratello Carabiniere
- la Gelmini, sorniona, con il suo modesto 51% sembrava in difficoltà, ma la sua conoscenza di 
  tunnel segreti le garantiva un arrivo a sospresa.

E poi c'era Lui che, disinteressato alle discussioni ed ai convegni, bighellonava per gli uffici della direzione giocando con evidente noia a flipper e con altrettanta disattenzione palpeggiando il culo della Gelmini, fino a quando, con un quasi acrobatico zompetto si issò su di una sedia per farsi notare ed esclamò "chiudete le urne!"

"E chi minkia le ha mai aperte?"

La frase terrorizzò tutti gli astanti, nessuno prima d'ora aveva osato contraddire Lui, nessuno era mai sopravvissuto alla furia della sua Diner's card Gold tempestata di diamanti.

"Giulianone non fare lo stronzo, e vieni nel mio ufficio che facciamo lo scrutinio" ribadì Lui.

Un "pfiuuuu..." corale accompagnò il passaggio dei due amici verso l'Ufficio Reale.

La porta si chiuse ed immediatamente si riaprì per lasciar passare un esultante Lui affiancato da un radioso Giulianone che, tenendogli alto un braccio cantilenava: "ha vinto lui, ha vinto lui, ha vinto..."

Fu così che il mondo attonito fu informato della fine del Pdl.





sabato 14 luglio 2012

Si fà presto a dire "quinta colonna"

... ma ci vogliono grossi attributi per saperlo fare, non è roba per caratteri scadenti, per partecipanti ai quiz televisivi.

Sceglierli, poi, è cosa da astuti professionisti, mica roba da loschi craxiani.

Il risultato?



Flop, Silvio, si dice flop.

Gli ultimissimi sondaggi dicono chiaramente che l'ex tycoon è ormai una cosa con la quale o senza la quale si rimane tale e quale, cioè sconfitti per sua colpa.

Spaventato da questa verità, l'amico di Putin e del fu Gheddafi ha iniziato il suo pellegrinaggio fra le Cancellerie d'Europa pietendo un sostegno esterno alla sua candidatura.

Quì è illustrato l'incontro con la cancelliera Merkel.

Tanti auguri, Pompetta.







venerdì 13 luglio 2012

Bunga bunga... ancora!?

Sobriamente ambientato in un clima imperiale, ieri sera il terrore delle Cancellerie di tutto il mondo ha organizzato il suo ennesimo e noioso bunga bunga con le solite olgettine.

Nel tentativo di ravvivare la festa, il povero candidato al "Premio Alzheimer 2012" ha voluto dare un inatteso annuncio cantato su una melodia dell'immancabile apicella.

Si è notata una certa perplessità fra le convenute.



Rottamazione grulla

Il pedalante sindaco di Firenze sta diffondendo per tv e giornali il suo verbo contro una classe politica
che lui considera vecchia e totalmente corrotta ed inadeguata.

In contrapposizione propone come medicina di sicuro effetto la sostituzione della vecchia e agiata classe politica con una nuova, giovane, fresca, allergica agli imbrogli... in pratica lui e quelli della sua età.

Ma cosa ti combinano i suoi coetanei, quelli che lo chiamano affettuosamente "o bischero!"?
Si fanno arrestare per associazione a delinquere a soli 31 anni.

Si fà presto a dire: ma è successo a Roma, con il sindaco...sbruotfl... Alemanno, ma certe cose si dovrebbero evitare perchè poi i bischeri in abito simulato vengono smascherati e rimandati a casa.

Ohibò!






Festa in casa Minetti

La madre di lingua inglese esulta: "mo' lo sapevo che la mia Nicolina, batti e ribatti, a Roma ci arrivava, vè"



giovedì 12 luglio 2012

Astuzia a gogò

8 mesi senza riuscire a fare danni all'Italia, manco un graffietto all'auto, sono sembrati una eternità all'inferno senza le olgettine al povero tycoon sull'orlo del fallimento, ma poi, come saetta dal ciel discesa, è arrivata la grande pensata: ridiscendo in campo rifacendo un'altra forza Italia.

E le immediate reazioni della finanza internazionale lo hanno gratificato di un convinto "mavaffa...".


Il disonore in un click

314 onorevoli hanno rinunciato al loro onore con un un semplice click.

Lo hanno fatto in un eccitato pomeriggio a Montecitorio, giurando sulla loro integrità morale che la squinzia di nome Ruby e di antico mestiere esercitato ad Arcore fosse la nipote di Mubarak.

Il loro "benefattore pompettato" troverà qualche difficoltà a liberarsi dell'imbarazzante compagnia.







mercoledì 11 luglio 2012

Silvio ci riprova...

e l'Italia, a chiappe strette, conta quanti pirla le sono rimasti sul groppone.

Povera Italia, non ha un attimo di tregua: il cancro non molla la presa e si dovrà ricorrere ad una sapiente operazione chirurgica.




Silvius Caesar, prossimo premier?

Il caldo è nemico del sistema nervoso perchè porta a galla gli istinti più scellerati di certe persone tarate.

E' il caso del rudere di Arcore, il noto bungabunghista umiliato nei consessi internazionali ma volgare bullo nelle sue private taverne-postriboli.

Ha gracchiato: "mi ricandido!" ed il pdl è scomparso dai sondaggi, mischiato nel riassuntivo "altri".

Bene ha fatto Bruto Alfano a rilanciare prontamente:  "e io gli starò sempre vicino, eh eh eh...!"



Castrazione: celodurismo addio.

Mediaticamente, come era nato il presunto celodurismo, si sta realizzando la castrazione dei presunti celoduristi.

Praticamente, a far nascere la leganord e a farla morire sono stati i soliti coglioni.



martedì 10 luglio 2012

Il generale Roberto Donkey

...dell' esercito patano, capeggiato dal noto lestofante Umbertùn da Gemonio è stato riconosciuto come incapace, fannullone (e fermiamoci qui) dal suo sottoposto Belsito che ha riferito all'eminenza grigia, donna Manuela Rasputin, le malefatte del suddetto clownesco personaggio durante l'occupazione manu militari di un ministero regalatogli dall'imperatore dei bidoni, l'altrettanto noto Nano Malefik.

Non ci credete?

http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2012-07-10/troppi-ignoranti-vergogno-063947.shtml?uuid=AbxeoS5F








lunedì 9 luglio 2012

Mario Diabolik colpisce ancora!

... e Ginko Berluscka rosica, come sempre: ormai il confronto si è fatto inpietoso e la gente si sta chiedendo perché continua a prendersi i soldi di quei cittadini che egli stesso ha portato all'ignominia europea.

Grazie, Diabolik!



Equivoci & tagli = troppi dialetti?

Il governo ha pesantemente tagliato i fondi al Cern, l'istituto scientifico che ha scoperto il bosone, cioè la "dannata particella" di Higgs.

Al Cern non l'hanno presa bene e sospettano che il governo abbia frainteso "bosone" con uno dei tanti termini dialettali usati per indicare i pur simpatici gay.

Chiarita la questione, torneranno i soldi?









domenica 8 luglio 2012

"Sarai la mia Squinzia"...

sussurra elegantemente il colloso presidente Confindustria Squinzi-Mapei, e con un "e ti ti sarà el mio Musso"  (e tu sarai il mio asino, in triestino) anche la segretaria della CGIL suggella la nuova ed equivoca liaison dangereuse estiva.

Fuori la Belen e la sua mandria di morosi ed ingresso trionfale della virginale Susanna con l'improbabile fidanzatino di Peynet nel summer gossip 2012.

Ci sarà da sghignazzare, eh eh eh...



Eh, se non ci fossero le brave mogli!

Anche l'uomo più forte e potente potrebbe cadere nello sconforto.



sabato 7 luglio 2012

Democrazia... buona se fatta in casa.


Quando viene esportata, assume invece quel sapore amarognolo e quel retrogusto di merda che in genere provocano un leggero, ma pur sempre poco elegante, rigurgito.






Un sogno erotico disperato

... dove la sessualità si è imbastardita con la finanza e la speculazione, riempie le notti italiane dell'era montiana.

Si tornerà mai a quando la gnocca faceva la gnocca e wall street era una sua nemica?

Nemica...?  Boh.