Cerca nel blog

venerdì 20 luglio 2012

Quando la mafia è poesia

E' indiscutibile che i mafiosi siano essenzialmente dei letterati, uomini di penna, pizinni e di Accademia della Crusca, precisi nei termini e rispettosi del loro significato.

Perchè non si riesce a progredire nell'inchiesta sugli accordi mafia-Stato?

Semplice, perchè la domanda è scorretta, quella esatta è "accordi tra mafia corleonese e mafia statale".

I veri letterati non accettano le superficiali approssimazioni.

Leggete con attenzione le dichiarazioni di questo baldanzoso senatore e ditemi se non ha ragione.



Nessun commento:

Posta un commento