Cerca nel blog

giovedì 4 ottobre 2012

Utilizzatori finali

A Ghedini, il segaligno onorevole avvocato di Silvio, venne in mente questa definizione il giorno in cui, costretto a dire che il suo danaroso cliente era colpevole o almeno complice, inventò questo eufemismo per indicare una apparentemente asettica condizione di chi il beneficio o la grana sgrafignati, alla fin fine, se li gode.

Come definirebbero noi, cittadini qualsiasi, i burberi tutori dell'ordine? Mandanti, delinquenti, furbastri?

Tutto meno che "utilizzatori finali", anche perché non riuscirebbero ad andare oltre la prima sillaba a causa della prorompente sghignazzante risata che salirebbe dal loro scafato animo.

Ma Formigoni, il celestiale viceré lùmbàrd, così sembra definirsi.





Nessun commento:

Posta un commento