Cerca nel blog

venerdì 30 novembre 2012

Porcellum dei miei desideri

Nel grigiore fetido che aleggia sulla corte di re Silvio, un solo grosso animalaccio bipede, ma anche quadrupede all'occorrenza, sorride, grugnisce gioioso ed accenna languidi passi di tango.

Incredibile, ma è proprio lui, il promotore dell'ignobile legge elettorale da lui stessa chiamata "porcellum", ad essere per questo sulla bocca di tutti.

Il Titanic arcoriando sta velocemente affondando e lui offre la sua scialuppa di salvataggio ai più furbi, che da quelle parti non mancano.






Nessun commento:

Posta un commento