Cerca nel blog

venerdì 7 dicembre 2012

Spietate barzellette di destra

E' sempre stato ossessionato dalle barzellette il povero silviaccio e non riusciva ad esprimere tutto il suo charme se non recitava una delle tante barzellette imparate dai film di Alvaro Vitali.

Immaginatevi lo scorno del gracile pompetta il giorno in cui il prode alfano gli ingiunse perentorio: "basta con le barzellette!".

Si chiuse nell'angusto spazio di sè stesso, scomparve dagli schermi tv, vagò errabondo nella brughiera lombarda, ma poi fu folgorato da una strabiliante intuizione: "kribbio! ma il bancomat è il mio!".

E corse che le sue gambette non toccavano il suolo, arrivò a Roma, chiamò lo sventurato alfano e gli annunciò: "e adesso ti racconto l'ultima barzelletta":

Era quella in cui il coniglietto angelino doveva pugnalare il popolo italiano mandando anzitempo a casa il governo Monti.

Il povero segretario pdl non afferrò il lato comico della barzelletta, ma tutto sorridente corse verso palazzo Chigi per raccontarla al prof. Monti.




Nessun commento:

Posta un commento