Cerca nel blog

lunedì 29 aprile 2013

Nuovo governo, UE esulta per gioiosa calata di braghe italiana

Ormai appare chiaramente, agli occhi di uno sprovveduto elettore come me, che il suo voto è stato preso per il culo, è stato rimestato e quindi infilato nel forno di Berlino-Bruxelles in lenta cottura per essere poi servito alla prossima oktoberfest a fianco di una forchettata di acidi crauti.

Tutti vogliamo tornare a votare al più presto per avere un governo che governi con idee proprie, che sia di destra, di centro o di sinistra, ma intanto l'"astuto" letta, nipote dell'amico di B, si è preso in anticipo 18 mesi per ascoltare da una commissione di altri "saggi" come fare le riforme costituzionali.
Poi si vedrà.

Azz.. fino ad oggi i politici hanno passato ore ed ore in tv a spiegarci nei minimi particolari quali fossero le indispensabili e urgenti riforme,in primis la legge elettorale, ed oggi, all'improvviso, hanno dimenticato tutto e devono tornare a scuola per un anno e mezzo, solo per rileggersi quella Costituzione che si riteneva conoscessero a memoria.

Non mi piace essere logorroico, ma ancora un paio di parole le avrei dette volentieri, solo che forse verrei denunciato per turpiloquio.
Meglio di no.



Nessun commento:

Posta un commento