Cerca nel blog

domenica 21 luglio 2013

Epifani, andiamo a "vedere"

Dovrebbe essere finita l'epoca del "grillo è solo una buffonata", "berlusconi in fondo è responsabile" e "la politica è l'arte del compromesso", visto dove ci hanno condotto i risultati elettorali di questo atteggiamento pacioso ma irresponsabile e quanto sia tenuto in considerazione l'arte del compromesso, per non parlare del presunto senso di responsabilità del nano.

Ora sta uscendo fuori il casaleggio, look da demente fuori dal tempo e pensieri ancorati al mein kampft, che con la disinvoltura dei pazzi convinti di essere dei geni afferma:

-alle ultime elezioni abbiamo rinunciato a vincere con il 40%;
-andremo al governo da soli:
-fra pohi mesi in Italia ci sarà la rivolta;
-il potere lo dà internet.

Pensa  te che io ero convinto che la democrazia fosse sempre una cosa che nasce dal basso e che non potesse essere imposta né con i bombardieri né con le sparate di comici, di spiritati o di delinquenti, e invece ti arriva bello bello, cacchio cacchio, un buffone che si mette ad agitare il manganello della violenza e ti fa ricordare che il basso siamo noi e che spetta a noi rimettere le cose a posto, democraticamente, perchè lassù dove si puote stanno parlando la lingua dell'infausto Aventino di fascista memoria.

Perciò, caro segretario Epifani, imponi l'approvazione di questa minkia di nuova legge elettorale e andiamo a "vedere" se questa gente usa il bluff per continuare a mettercela lì.

L'Europa capirà ed è più che probabile che rinunci al suo suicidio.

William, se non ce la fai, lascia il posto a Bersani o a Renzi e rendi più agibili le iscrizioni al PD.







Nessun commento:

Posta un commento