Cerca nel blog

domenica 7 luglio 2013

Lo Smemorato di Bologna dimenticato da tutti

Prigioniero dei suoi ricodi che si sono traumaticamente bloccati un lunedì sera, giorno di scutinio elettorale, Pierferdinando Casini si aggira con la solita espressione ebete fra i banchi di Montecitorio pietendo una risposta alla sua ossessionante domanda: che minkia è successo?

Non è vero che al Palazzo siano tutti caimani, esiste anche lì un minimo di pietà e generalmente abbassano gli occhi e tirano oltre e quando qualcuno accenna a dargli la giusta risposta, allora è Pierfy a girare di culo e passare oltre.



Nessun commento:

Posta un commento