Cerca nel blog

domenica 24 novembre 2013

Pensiamo al Presidente Pertini per valutare altri "presidenti"

L'indimenticabile Presidente Sandro Pertini all'età di 35 anni era detenuto nel carcere di Regina Coeli, speditovi per le sue idee socialiste dall'altro "cavaliere", il famigerato ex maestro benito mussolini, quando rifiutò la grazia concessagli dietro richiesta della mamma di Sandro, ma a sua insaputa.

Poi sappiamo tutti come andò a finire, con il Partigiano Sandro che entrava vincitore a Milano ed il macabro cav. benito che veniva stoppato a Dongo.

Adesso questo moralmente pezzente cav. berlusconi, condannato definitivamente da un Tribunale e non da una sventagliata di mitra, sbraita scomposto "io ho la dignità di non chiedere la grazia ed è il Presidente Napolitano che deve concedermela sua sponte".

La lingua italiana è musicale, lo sanno tutti, ma può succedere come per le canzoni in inglese: basta che siano orecchiabili per essere ripetute, senza però capire il valore morale che esprimono.

Chissà perché questo momento della vita dell'orrido nano mi fa venire in mente gli ultimi giorni di un ex imbianchino tedesco.




Nessun commento:

Posta un commento