Cerca nel blog

mercoledì 27 novembre 2013

Tutto qui?

Banale e ripetitiva come un orario dei treni è arrivata la pantomina dell'ex.

Il 27 novembre sarebbe dovuto essere una giornata esplosiva, secondo le dichiarazioni dell'ex, ed invece è trascorsa nella sonnolenta banalità di liturgie già troppe volte recitate: quella del marpione che si finge vittima e quella degli sfaccendati da 50 euro, un cestino da viaggio e pullman gratis che fingono senza convinzione una inesistente partecipazione emotiva.

Per tutta la giornata ho cercato in tv uno spunto per un  briciolo di sarcasmo da trasferire in una vignetta sulla certificazione della sua decadenza, ma niente, manco un lapsus, una tetta sfuggita casualmente davanti alla telecamera, niente di niente e sono quindi arrivato a sera senza alcuna ispirazione.

L'unica cosa che sono riuscito a scrivere è un improvvisato riassunto di alcuni eventi della vita del nano, ma di  lui, dei suoi sentimenti, dell'incisività dei suoi governi non sono riuscito a scovare nulla di nuovo che giustificasse l'eccezionalità di un normale 27 di novembre.












Nessun commento:

Posta un commento