Cerca nel blog

mercoledì 22 gennaio 2014

Matriarcato sardo

Si sa che nella Sardegna pastorale vigesse una forte forma di matriarcato ed è per questo che non è difficile incontrare nell'isola vere donne che indossano le gonne solo per mascherare quei metaforici attributi maschili che spesso vengono  attribuiti a tanti di noi maschietti in maniera veramente stravagante.

Michela Murgia, poetessa e solida sognatrice, è una di queste: con il suo movimento "Sardegna possibile" tenta la scalata al governo della Sardegna proponendo una "sarditudine" non solo culturale ma anche economica.

Ad una donna così è stato un giochino liberarsi di quell'ammasso di artefatti anagraficamente noto come daniela santanchè.

Ps
nel corso del dibattito su La 7 ha ricordato alla danielona che lei si trovava in assoluto conflitto di interessi nel proporre cappellacci a governatore perché da questi, in quanto governatore uscente, aveva ricevuto 279.000 euro per la sua agenzia pubblicitaria, somma che lei aveva passato al suo compagno sallusti per far pubblicità sul "Giornale".  Guarda un po'.








Nessun commento:

Posta un commento