Cerca nel blog

sabato 12 aprile 2014

Beirut, tradizionale portasfiga dei latitanti italiani

Eppure sembra incredibile che l'astuto dell'utri non si sia ricordato che tanti anni fa' un precedente arresto libanese riguardò un altro 'eccellente' italiano, tale riva, bancarottiere che distrusse l'importante azienda tessile di famiglia.

Sicuramente il cervellotico marcello aveva in testa un piano di fuga più complesso e sicuro, ma qualcosa ha funzionato male. Oppure ha funzionato bene, benissimo quello dei nostri Servizi.


Nessun commento:

Posta un commento