Cerca nel blog

sabato 3 maggio 2014

La guerra di Adolf Berluskatz

Ha avuto tutto, nel bene e nel male, ma non gli basta ancora.

"Perché smettere di soffrire", si chiede, "se si può fare di più?".

Allora si guarda intorno e vede che il suo partito sta andando a pezzi, le sue aziende soffrono, le sue costose famiglie senza amore sono comunque barcollanti e si chiede "che minkia di danno posso farmi ancora?"

Mentre sta cogitando sul come soddisfare il suo impellente masochismo, gli passa davanti l'adorabile e premurosa fidanzatina Francesca da Napoli, proprietaria di Dudù, l'ultimo amico rimasto al tragico nanetto, che gli rivolge un radioso sorriso.

"Eureka!" strilla il diversamente alto e, messosi al riparo sopra un armadio, apre un nuovo fronte nella personale guerra contro tutto e tutti.

Nessuno psichiatra risponde più alle sue chiamate.





Nessun commento:

Posta un commento