Cerca nel blog

giovedì 31 luglio 2014

Strano menage a quattro ad Arcore

E così, stando alle principali agenzie di stampa internazionali, un quarto personaggio è entrato a far parte della sacra famiglia d'Arcore, la giovin cagnetta Dudina che dovrebbe rallegrare le serate di Dudù.

L'astuto Dudù però ha avvertito del losco nel comportamento della vergin cagnetta e si e premurato di informarne immediatamente zia Frncesca.

Immediata la reazione della macchina del fango di casa Fininvest: su tutti i giornali di casa  compare in prima pagina il titolo: "Dudù é  frocio!".-

Forza Dudù.



mercoledì 30 luglio 2014

Partita la guerriglia 5 stelle, assalto chimico a palazzo Madama

"Tireremo fuori le palle" è stata la torbida minaccia urlata dal criminale crimi, senatore pentastellato, e così è stato: evacuata l'aula del Senato.



martedì 29 luglio 2014

I disturbatori non muoiono mai

Il fatto che si sia fatto baciare dal più odioso dei disturbatori TV (ammesso che si possa fare una tale classifica) e che abbia allegramente commentato "è dal 1970 che questo mi lecca le orecchie", induce a sospettare che dietro l'estemporaneo evento ci sia la tragica strategia perdente del guru Casaleggio.

Che lo sfigato Beppe stia perdendo deputati, senatori ed elettori è una cosa chiara a tutti, meno  cristallina è la strada da seguire per un rapido recupero: l'unica cosa altrettanto chiara è che se ad occuparsi della strategia rimane quello che ha ridotto grillo a chiedere l'elemosina a Renzi, questo recupero sarà decisamente problematico.

Il povero grillone sta tentando una tremenda soluzione.






lunedì 28 luglio 2014

Beppe e la senescenza

Gli è arrivata troppo presto, pover'uomo.




PS
Beppe, ti auguro una lunga gioventù.
In fondo ti voglio bene, il resto è solo satira.

Grillo Bin Beppe, il terrorista guerrigliero

E siamo alla guerriglia.

Ma non ha una moglie, dei figli, dei parenti che si prendato cura di lui e lo indirizzino verso uno specialista serio e coscienzioso?

Sta male, questo pover'omo, lo si vede dai lineamenti tirati, dal biascichio delle parole, dall'andatura incerta ed intermittente, priva di una meta precisa.

Genovesi, adesso che la Concordia vi ha portato 2000 posti di lavoro in più, siate un po' caritatevoli per questo disgraziato vostro concittadino, portatelo con le buone al primo centro di igiene mentale.


domenica 27 luglio 2014

Tra un ciao ed un addio: kribbio che tranvata!

Malelingue internettiane dicono di una rovente separazione tra i due piccioncini del secolo: Francesca e Silvio.

Sarà vero?

Boh!

Ce ne importa?

Bah!






Povero Galan, anche la Santanché deve subirsi

... come se non bastasse il carcere.

Ma, come comunemente si dice, le disgrazie non arrivano mai da sole.



sabato 26 luglio 2014

Silvio resuscita, Beppe defunge

Incredibile fesseria del beppe dei caruggi, ha voluto cimentarsi in sfottò con quel sulfureo toscanaccio di nome Matteo e la sua controreplica (...colpo di P2) ha mostrato tutto il degrado dei neuroni di un ex comico professionista che ormai ha dimenticato anche i fondamentali dell'avanspettacolo.

Un giovane ciclista siciliano sta vincendo il tour de France, un vecchio bisonte ligure si avvia mestamente verso il cimitero degli elefanti (problemi di alzheimer): è questa l'Italia che rinasce.



venerdì 25 luglio 2014

La triste storia di Ulisse

Quando Silviaccio, l'Ulisse dei Tribunali, tornò finalmente alla sua Itaca, le tante Penelopi non erano più le stesse e anche il vecchio cagnone argo-Galan aveva delle pretese da avanzare.

Era più bello il finale studiato a scuola, però.



giovedì 24 luglio 2014

Cose che succedono nel mondo degli unti

Il Gazzettino.it

Prima malato, con il rischio di conseguenze anche "fatali". Poi dimesso in fretta e furia. I pubblici ministeri veneziani, che indagano sul caso Mose, vogliono vederci chiaro sull'evoluzione delle condizioni di salute di Giancarlo Galan. 




lunedì 21 luglio 2014

F.B.I, posto sicuro, senza esuberi né precariato.

Sembra incredibile per tutti... meno che per noi italiani.

 Finti terroristi
Fbi accusato di aver pagato musulmani per diventare terroristi
Lo sostiene un rapporto del Human Rights Watch. Successe dopo l'11 settembre.




C'è una nuova riserva indiana nella wild patania

I recenti episodi di carattere giudiziario, ma ancor più politico, che hanno esplicitato chiaramente la resistenza della grosse koalition all'italiana, e cioé finalizzata alle sole riforme strutturali del nostro Stato, ha ingolfato di isteria le piccole riserve di privilegi ingiustificati ereditate dal vecchio sistema partitico.


domenica 20 luglio 2014

Silvié, quando dici 'cambio il partito', che kribbio hai in mente?

Rivolti come un calzino il vecchio F.I.?

Ti iscrivi al P.D.?  

Stai programmando qualche cervellotica sorpresa tipo questa?







E comunque ricordati che tue fans hanno ormai perso lo smalto dei vecchi tempi.





sabato 19 luglio 2014

Comodo fare le riforme con il nazareno degli altri!

E' però anche vero che qualsiasi furbacchione trova, prima o poi, uno più furbo di lui.



Subdole estinzioni

Non tutte le meteoriti sono di pietra, ci sono anche quelle di carta, ma per i dinosauri non fa differenza: spariscono comunque.



venerdì 18 luglio 2014

giovedì 17 luglio 2014

Sul Carroccio appassionatamente

Ieri Maroni con le sue due amiche, oggi il Salvini con la sua compagna di vita: astuta mossa prettamente legaiola quella del non rapporto di parentela, per togliersi di dosso il sospetto di parentopoli, roba che appartiene a quel terrone del sud, ed ex sindaco di Roma, che abusivamente porta un cognome che riecheggia il nord: Alemanno, pur essendo di Barletta.

Peccato che per i giudici i certificati di famiglia contino poco quando qualche politico, abusando del suo ruolo, dispensa soldi pubblici in maniera malandrina, favorendo chi non ha diritto a quei compensi.

Inquietante la coincidenza temporale e geografica degli eventi: ieri la richiesta di rinvio a giudizio di Maroni, oggi lo scoop su Salvini: botta e risposta?



mercoledì 16 luglio 2014

Assalto alla leganord

Ci sono due partiti ad personam in Italia che attirano sfaccendati, paraculi e frequentatori abituali di osterie con sala giochi, proprio come una certa sostanza attira le moscbe: leganord e m5s.

Naturalmente ci sarà anche chi è convinto delle loro idee (!) e programmi (?) ma il segreto del successo di questi due partitini è che distribuiscono succulenti posti, da consigliere comunale fino a parlamentare, con il sistema del gratta e vinci.

Succede così che un vincitore di un fortunatissimo gratta e vinci di tanti anni fa' non abbia ancora imparato come funziona il codice penale italiano e che quindi gli venga notificata una infrazione.

Ovviamente la paranoia  si impossessa immediatamente della sala comandi della lotteria patana.



martedì 15 luglio 2014

Fatalismo patàno... nel senso di legaiolo

E così anche i baffetti alla legaiola più furbi del varesotto sono stati chiamati da un giudice a spiegare il perché del per come alle amiche degli amici vengono miracolosamente elargite somme e stipendi di cui, stanti le loro situazioni personali, non avrebbero alcun diritto.

Il tastierisra maroni, ex ministro degli Interni ed attuale governatore lombardo per grazia congiunta ricevuta dagli ex mattatori della politica naive, gli indimenticati bossi & berluska, si è adombrato nel leggere il cortese invito del Tribunale e con un virile belato ha detto: 'porca vacca!'

Memore dei tempi in cui regalava motovedette all'amico muhammar (in arte Gheddafi) e in cui volteggiava voluttuosamente sui jet militari alle dipendenze dell'altro ministro per grazia ricevuta, il dimenticatissimo la russa ignazio, si è detto: "oè, ma io sono sempre roberto maroni il politico più amato dagli italiani, come si permettono di chiamarmi in tribunale? Adesso  mi sentono!"

Lo sviluppo di questa micidiale iniziativa è dscritta di seguito.



lunedì 14 luglio 2014

Invasioni di campo birbaccione

E' successo che durante Germania-Argentina uno strambo spettatore sia entrato in campo pretendendo di dare un bacio in bocca ad un roccioso terzino tedesco, e tutto il mondo ha sghignazzato.

Non lo sanno i cosmopoliti provincialotti che in Italia questa abitudine è da tempo consolidata, soprattutto sul campo della Fiorentina e da parte da un tifoso milanista di cui però rimangono poco chiare le intenzioni.

Ma prima o poi sulla verità verrà fatta luce.





Frau Angela, si cerchi un interprete meno ingenuo, con Matteo le conviene.

Effettivamente le parole di gioia urlate da frau Merkel al Maracanà hanno disorientato i suoi vicini di posto e sono state immediatamente secretate.

Il chiarimento è stato fornito dalla stessa Merkel che, resa edotta della stravagante metafora renziana, si è immediatamente rimboccata le maniche e, afferrata una mazza da baseball che si trovava lì vicino, è corsa alla ricerca del suo interprete tedesco-italiano che, per educazione e per opportunità politica, aveva omesso di spiegare che 'sederino' e 'kulona inkiavabile, avevano alcune cose in comune.

Seguiamo le cronache di nera tedescho, potremmo avere della sorpese.



sabato 12 luglio 2014

Povero Silvio, le sta pagando tutte, ma proprio tutte.

Personalmente non ci godo, ormai è solo un vecchio ricco rincoglionito in balìa di tutti, anche di persone non migliori di lui.

Animo, Silviaccio, c'est la vie!



venerdì 11 luglio 2014

Santa Madìa, liberaci dalla Burocrazia

Ieratica come il suo ispiratore, quel Compagno...(aridaje che me scappa... Paapaaa, Papa se dice!) Papa Francesco da cui ha assimilato il concetto che questa vita non deve essere forzatamente una valle di lacrime, ma può trasformarsi anche in una serena permanenza su questa terra, basta accontentarsi e stare lontani da bombe, coltelli e burocrazia, bene, la dolce Marianna ci ha annunziato che presto ci passerà le chiavi delle manette che con le quali lo Stato ci strattona fin dalla nostra nascita.

Gente, sembra che questo sia tempo di miracoli: facciamo che ci crediamo.

Almeno che ci speriamo.






Primo 'si' della Commissione per l'arresto di Galàn

L'ex governatore del Veneto, che nel delinquere è teoricamente uguale a qualsiasi alro cittadino davanti alla giustizia, sta per avviarsi verso le patrie galere già ben abitate da ex rappresentanti della 'casta', ma non sarà una rimpatriata.

A Parma, nel raffinato carcere locale, qualcuno teme la promisquità con valvassini di basso rango.

Noblesse oblìge. 


giovedì 10 luglio 2014

Le incolpevoli donne fasciste

Se le sognano, i virtuali nazi-fascisti di oggi, le tante donne fedeli compagne dei loro uomini nel male come nella tragedia.

Oggi tante olgettine, nessunaClaretta Petacci..






Aò... quando parla gasparri il tempo si ferma e si chiede: "ma 'ndò ho sbajato!?"

Gasparri Maurizio, uomo politico... politico... più che altro fratello di un onorato generale dei Carabinieri, ha paragonato lo stato di frustrazione e rassegnazione del centro-destra italiano al dramma calcistico del popolo brasiliano, e fin qui non ha tutti i torti.

Lo sghignazzo prorompe quando si avverte il sottinteso che con lui le cose sarebbero andate ben diversamente.

Alla domanda: 'ma perché, tu dove minkia eri?', il fagottone ha replicato così:






mercoledì 9 luglio 2014

Le donne di Cuneo che si chiamano Daniela

... quando raggiungono e oltrepassano l'età critica dovrebbero stare molto attente al sole estivo: il calore porta in ebollizione i neuroni che poi giocano brutti scherzi.

La chiassosa Danielona, più nota al pubblico con il nome d'arte Santanché, ha addirittuta chiesto di acquistare il giornale 'l'Unità' in stato prefallimentare e tutti si chiedono il perché.

La risposta ci è stata rivelata da un ignoto benefattore diversamente alto.



martedì 8 luglio 2014

Prìncipi e cowboys

Nella maggior parte dei film, dei libri o dei fumetti aventi come protagonista uno dei due personaggi, la  storia è sempre e inesorabilmente la stessa: da una parte lui, il bell'eroe conteso dalle piu belle gnocche del reame o del ranch e destinato a eroiche avventure che lo vedranno altrettanto inesorabilmente vincitore; dall' altra parte un truce bifolco brutto, sporco e cattivo destinato ad una improvvisata forca e, come sfondo, branchi di equini a quattro e a due zampe che tribolano per avere un po' di fieno per una pancia bugiardamente gonfia.

E mai che alla fine di ogni sanguinosa (per gli equini) avventura ci scappi per loro un sacchetto di biada in più, mentre per il principe (o il cow boy) si prepara una luculliana cena seguita da una allegra nottata in ottima compagnia.

Ma a nessuno viene in mente di scrivere qualcosa del genere, ma a parti invertite?

La fantascienza non tira più, vero?



lunedì 7 luglio 2014

Torbide storie estive... oppure?

E' partito Piersilvio con uno sfacciato endorsement a favore di Matteo il quale, gasato e ringalluzzito, ha sparato una immediata richiesta di appuntamento.

Cosa sia avvenuto in quel fatale incontro non si sa, ma la famosa Cassandra Santanché ha divinato che...


domenica 6 luglio 2014

Bersani contro la perpetuazione della 'casta'.

Fa un grande piacere vedere il saggio Bersani tornato in forma e combattivo come quando aveva lottato, vincendo, per la democratizzazione interna della struttura del PD.

Adesso, senza farsi abbagliare dai fuochi pirotecnici di Bruxelles, ci ricorda che le promesse vanno mantenute, soprattutto quando riguardano un punto così delicato della democrazia elettiva quale la scelta dei politici da mandare in Parlamento e quindi al governo.

Forza Bersani, siamo con te!






sabato 5 luglio 2014

Vucumprà rampanti: Beppe & Gianroberto

L'ormai bolso comico ed il cerebralmente malaticcio informatico, preso atto che la loro aziendina politica è sull'orlo della bancarotta, hanno pensato bene di riciclarsi in venditori ambulanti dei loro gadgets.

E' successo così che, avendo il comico ottenuto una scrittura per la festa USA del 4 luglio a Villa Taverna (residenza dell'ambasciatore) per divertire i convitati con le sue stantie gags della 'washball' (pallina che avrebbe dovuto lavare senza detersivo), delle 'scie chimiche'  (i soliti vapori di condensa rilasciati da tutti gli aerei in certe condizioni atmosferiche, e che si vedono spesso guardando in cielo) e della fantasmagorica 'Stampante 3D' (presente in tutti i Municìpi degli Stati Uniti e che però nessun americano ha ancora visto la quale, previo pagamento di un obolo, ti costruisce la barca o la casa dei tuoi sogni, pronte per essere portate via) l'astuto comico genovese  ha pensato bene di raccattare qualche spicciolo anche con la vendita brevi manu del suo ultimo gadget: gli occhiali da sole "Fankul Summer".

Sono questi occhiali indiscutibilmrntr utili per il gatto e la volpe pentastellati perché permettono al duo di illudere chi li inforca di vedere le cose che i due vucumprà vogliono far credere al mite gregge che li segue.

Nessuno si era accorto del furtivo ingresso della volpe gianroberto armato di una voluminosa valigia colma dei preziosi occhiali e quindi fu facile per lui sgattaiolare in mezzo agli spettatori che spietatamente sghignazzavano alle seriose affermazioni del beppe ed offrire a ciascuno l'acquisto del rivoluzionario gadget all'umile prezzo di 200 euro l'uno, pagamento solo per contanti.

Peccato che quegli occhiali funzionino solo per gli iscritti al movimento della prim' ora, mentre in tutti gli altri provocano un fastidioso rigurgito gastrico.

E fu  così che, altrettanto furtivamente, la volpe gianroberto, la lunga coda tra le gambe, uscì da villa Taverna con la valigiona colma come quando era entrato

Nella foto il beppaccio mentre tenta di spacciare un paio di "fankul summer" .


venerdì 4 luglio 2014

Timido amore teutonico

Fa tenerezza l'Angelona Merkel, così austera in viso, ma così indifesa davanti ai virili strali del putto fiorentino.

A rimetterci ieri è stato il dobermann di bundesbank.

Amen



Già i burocrati non sono delle aquile...fate poi che siano krukki...

I Politici con la P maiuscola, quelli che aspirano e studiano per diventare Statisti e non ospiti di penitenziari per criminali comuni, devono necessariamente disporre di una burocrazia al loro livello per poter esprimere tutto il loro potenziale creativo.

Poi c'è la bundesbank...

Forza Matteo, chiappe strette e sguardo lungo... e non c'é bundesbiskero che tenga!




mercoledì 2 luglio 2014

Il mantra del Supremo Maestro Bottino craxi è ormai un evergreen.

Ha travalicato facilmente le Alpi, complici i tanti trafori, ed è approdato vittorioso a Parigi.

Vi ricordate quell'intervento a Montecitorio in cui diceva pressapoco così: "In quest'aula si è rubato tutti, perché dovrei andare in galera solo io?"

Subito dopo prese il primo tram per Hammamet ed è ancora lì.

Il nevrotico e leggermente alcolista sarkozy lo sta ripetendo da tutti gli schermi d'Europa, assistito moralmente dall'illustre allievo di Bottino, tale silvio "rasoterra" berluska.

Nessuno che gli chieda: ma hai corrotto o no?

Se risponde di no vuol dire che da questo processo ne uscirà più forte e brillante di prima, quindi perché romperci i timpani con una nenia stonata che in Italia conosciamo fin troppo bene?










Alleluja! Habemus krukkum!

E si, sentivamo la mancanza di una vecchia conoscenza dei nostri padri e dei nostri nonni, quel krukko di mille barzellette per cui si sghignazzava in qualsiasi osteria che si rispettasse, ma eccoci accontentati.

D'altronde, dopo un farage che mostra il culo all'Inno alla gioia e un debosciato grillo che incita l'UE a non aiutare l'Italia, perché dovremmo stupirci se circola ancora un personaggio da Sturmtruppen?



Tonino Di Pietro e gli incubi di Silvio

Si ha come l'impressione che Tonino, che a volte sbaglia, ma mai quando si tratta di combattere il male, sia assente dalla vita politica, eppure mi piace pensare che aleggi nei peggiori incubi del silviaccio bungabunghista, nonché piduista.

La Magistratura, che sempre più scopre l'orgoglio di essere quel baluardo contro il grande Crimine che sotto vari aspetti (mafie, criminalità comune, politica ladrona) ci tartassa ed impaurisce, ha i suoi martiri ed eroi a dimostrare che, pur fra mille difficoltà, ha tentato sempre di fare il suo dovere, ma noi che abbiamo vissuto i primi anni '90 siamo ancorati al ricordo di quel PM tracagnotto, apparentemente illetterato (praticamente un buttero parlava un italiano migliore) che con quel linguaggio vicino a noi uomini della strada ci ha fatto capire che il Re era nudo ed aveva pure le gambe storte.

Ecco perché ogni tanto mi va di rievocarlo.



martedì 1 luglio 2014

Cose franco-italiane

Appena venuto a conoscenza del fermo di Sarkozy, il buon Di Pietro si è ricordato di un lavoro che aveva lasciato in sospeso e, caricata la pratica su di un carrello, è corso verso il confine per affidarla agli ex colleghi d' oltralpe.

Riuscirà il nostro sanguigno e roccioso Tonino ad archiviare quella pratica che tanto gli sta sui calli?