Cerca nel blog

martedì 1 luglio 2014

Cose franco-italiane

Appena venuto a conoscenza del fermo di Sarkozy, il buon Di Pietro si è ricordato di un lavoro che aveva lasciato in sospeso e, caricata la pratica su di un carrello, è corso verso il confine per affidarla agli ex colleghi d' oltralpe.

Riuscirà il nostro sanguigno e roccioso Tonino ad archiviare quella pratica che tanto gli sta sui calli?



Nessun commento:

Posta un commento