Cerca nel blog

giovedì 17 luglio 2014

Sul Carroccio appassionatamente

Ieri Maroni con le sue due amiche, oggi il Salvini con la sua compagna di vita: astuta mossa prettamente legaiola quella del non rapporto di parentela, per togliersi di dosso il sospetto di parentopoli, roba che appartiene a quel terrone del sud, ed ex sindaco di Roma, che abusivamente porta un cognome che riecheggia il nord: Alemanno, pur essendo di Barletta.

Peccato che per i giudici i certificati di famiglia contino poco quando qualche politico, abusando del suo ruolo, dispensa soldi pubblici in maniera malandrina, favorendo chi non ha diritto a quei compensi.

Inquietante la coincidenza temporale e geografica degli eventi: ieri la richiesta di rinvio a giudizio di Maroni, oggi lo scoop su Salvini: botta e risposta?



Nessun commento:

Posta un commento