Cerca nel blog

venerdì 28 novembre 2014

In arrivo fuggiaschi da Pentastellabad: attenti al virus belìnpeppe, attacca i neuroni.

Che dire?  E' sempre la solita storia dei partiti personali dove si fa carriera solo per leccaculismo compulsivo e dove la politica è dettata dal ritmo circadiano del boss pro tempore,.

Adesso arrivano i 5 armigeri di fiducia a mettere ordine sulla piazza per ordine, vorrei dire del 'Palazzo' ma il proprietario di questo copyright, l'indimenticato Pasolini, non merita di essere offeso alla memoria e quindi dirò 'dalla sordida tana dove si rifugiano crik e crok a consumar spinelli e a sparare minkiate sul Palazzo vero, quello dove un rappresentate di un partito democratico "dentro" si danna l'anima, insieme con il suo partito, a farci uscire da questa miseranda situazione.

Vi immaginate la fatica che fà questo povero giovane ad affrontare interlocutori come grillo, berluska e salvini?

E non dimentichiamoci di Scilipoti.

Non mi è poi tanto simpatico Renzi ed ogni tanto lo dimostro, ma come si fa a non dargli una mano quando vediamo cosa succede dall'altra parte?



giovedì 27 novembre 2014

Un solo animale al comando, la sua faccia è scura, il suo pelo grigio, il suo nome Beppelupo...

...un terrorizzato beeeee accoglie il truce e cupo esattore dei soldi altrui.

C'è qualcosa di inquietante nel triste e misterioso antro di comando del m5s, dove è giunta la notizia che i pentastellati parlamentari restii alla permanente tosatura si stanno leggermente incazzando.

Attendiamo notizie.





martedì 25 novembre 2014

La Danielona non piace a Papa Francesco

Chiara dichiarazione di Papa Francesco a Strasburgo: se l'Europa è come la Danielona, la cosa non funziona.

Ma tutte a noi...


Primarie in via Bellerio - lega nord

Dopo avvincenti  discussioni ed animati ma civili confronti fra le tante anime della lega nord (due: i salviniani ed i trotiani) è stato scelto il candidato premier alle prossime elezioni.

Vi mostriamo il momento della nomina.



Dies irae pentastellato

Nel covo segreto dei ribelli pentastellati si cerca di salvare il salvabile e cioé far durare questa legislatura fino alla sua fine naturale e manovrare per non scomparire alle prossime elezioni.

Per avere le mani libere in questa azione per la sopravvivenza occorre che il Movimento si liberi dei due pesi morti originali, il beppaccio ed il cappellaio scemo, che lo stanno trascinando nel baratro del nulla.

Si sentono urla isteriche provenire da un segreto rifugio in odore di tribunale del popolo.


lunedì 24 novembre 2014

Le avventure di Mandrillo Vladimiro

Il buon Putin, omaggiatore di un famoso e frequentato letto al suo amico mandrillo silvio, si è messo in proprio farfalleggiando nell' Olimpo della politica internazionale.

Sembra però che non abbia dimenticato il magico mondo delle olgettine ed assimilate.

Occhio silvié, fregatene del disastro elettorale di ieri, fregatene delle imminenti idi di marzo in F.I. e metti tutti i lucchetti (metaforici) possibili alle grazie della tua amata Francesca.

Fatale potrebbe essere il calippo.
 


Anche i sex toys sono pericolosi

Crollo delle presenze ai seggi elettorali in E.R. patria del tutto pieno.
I motivi? Ce li stanno spiegando tutti i notisti politici, ognuno con la sua visione di parte, ma esiste anche la visione ridanciana di questa spiegazione.
Ve la ricordate quella consigliera regionale che addebitava al Consiglio l’acquisto di un surrogato alla sua solitudine sessuale?
Diciamocelo (cit): quando è troppo é troppo.

sabato 22 novembre 2014

Silvié, proprio tu vai a dimenticarti delle pompette peniene?

Una dentiera è utile, nessuno lo nega, ma metti una pompetta peniena in una famiglia sull'orlo di una crisi da astinenza?

Raccoglieresti vagonate di voti e nessuno potrebbe mettere in dubbio la tua assoluta autorità sull'argomento: 'ipse dixit', penserebbero tutti.



Sinistra mon amour

Dove c'é amore c'é gelosia dicono in tanti, ma che scoppiasse di questi tempi per una idea che sta cambiando connotazione e prospettiva e che sicuramente non è più quella originaria del secolo scorso, poteva capitare solo a sinistra, appunto, dove l'idealismo esasperato è stato un componente determinante nella formazione culturale di molti ex comunisti.

Intanto il buon Berlinguer è sceso un attimo quaggiù, giusto il tempo di sfilare la vecchia bandiera del PCI e portarsela nei suoi smeraldini mari di lassù.

Effettivamente il suo PCI era tutta un'altra cosa,

Irripetibile.



giovedì 20 novembre 2014

Nella brumosa landa di palazzo Grazioli...

...si aggira disperato l'erede del gobbo di Notre Dame, prigioniero del feroce Dio Matt.

Riuscirà il povero disgraziato a superare la data delle forse incombenti elezioni anticipate?



mercoledì 19 novembre 2014

Parlamentare, donna e femmina: difficile equilibrio?

Come doctor Jeckill aveva il suo alter ego in mister Hide, cosi anche la nostra lady Danielona ha la sua miss Gnokka che governa in assoluto arbitrio la sua femminilità.

E' l'eterna storia delle nostre dolci compagne: prendere o lasciare (per chi o per che cosa, però?).






mercoledì 12 novembre 2014

Silvietto alla prova del fuoco

Che giornate per il meschino Silvio, costretto ieri a subire il feroce attacco delle sue iene ed oggi a dover presentare le loro richieste a Renzi.

Con le dovute proporzioni umane e morali, sembra la riedizione della resa di Gorbaciov (ricordate lo strafottente gesto con cui Eltsin porse al povero Gorby il foglietto da leggere davanti alle telecamere?)

Praticamente, oggi il morituro dovrà presentare a Renzi le loro richieste che, forse, otterranno il risultato di far saltare il patto del Nazareno, né più né meno come saltarono la bicamerale con D'Alema e gli accordi sulle riforme con Veltroni.

In ambedue i casi le successive elezioni furono per lui favorevoli: sperano che sia così anche questa volta?





martedì 11 novembre 2014

Facce da c..o dove? ma in Regione!

Insomma, gli si consentono retribuzione, agevolazioni e privilegi in quantità che decidono loro stessi, e poi si vanno a comprare a spese nostre un vibratore in un sex shop?

Quanto mi sarebbe piaciuto vedere la faccia di quella consigliera mentre si infilava furtivamente in uno di questi negozietti dove, quando ci si passa davanti, i pensieri improvvisamente sghignazzano autonomamente.

Questa scemetta, poi, assomiglia tanto a quel consigliere Fiorito che alla prima estemporanea nevicata romana si è comprato il fuori strada per affrontare i valichi alpini della città dei sette colli.

Lei si è limitata ad un surrogato di moroso, ma il principio è sempre quello, 'c'ho voja e me lo faccio regalà'.

Da tutti noi, of course.




lunedì 10 novembre 2014

Silvio, ma quanta muffa hai lasciato?

Hai incominciato tu con quella muffa da svenimento che ti ha fatto sfilare davanti alle telecamere in posizione orizzontale, occhietti semichiusi ma attenti, sorretto a braccia dal tuo premuroso medico personale e dalle tue sghignazanti, ma attente a non fa trapelare il loro divertimento, guardie del corpo. 

Poi è arrivato quel tiro della madonna (nel senso della madonnina di Milano) che ha costretto il tuo premuroso medico personale (ma non è che ti porti sfiga? Quando qualcuno di pesta lui stranamente è sempre lì.) a irrorare il tuo dolce visino con liquido color rosso sangue e portarti in macchina in una clinica segreta.
Questa trovata ti è valsa settimane di prime pagine, mica uno spot su retequattro.

Poi è stato il turno dell'attentato al tuo tirapiedi vociante, quel belpietro direttore del tuo quotidiano di famiglia il cui caposcorta da TSO (trattamento sanitario obbligatorio) si è messo a sparacchiare per le scale del condominio, forse a caccia di zanzare.
E anche in quel caso prime pagine e indignazione istituzionale a gogò.

La muffa si espande, si sa, e purtoppo tu hai frequentato a lungo via Bellerio, dove inevitabilmente ha attecchito.

E le conseguenze si sono viste in questi giorni, con l'iponeuronico salvini matteo, nullafacente ma segretario della tua succursale milanese, la famigerata lega nord, che con il lumicino ed imbrogliando la polizia è riuscito a trovare qualcuno che facesse bubua all'auto su cui viaggiava.  Si immagina previo pagamento di qualche tariffa.

Silvié, e scrostati bene prima di stringere la mano a qualcuno, che cacchio!



Scoop! Già scelto il successore di Napolitano

Plebiscitariamente è stato designato il successore del presidente Napolitano.

E' Antonio Razzi, riconosciuto genio della Politica italiana, che ha già preparato il suo primo discorso da trasmettere urbi et orbi.

Tutto "documentato" qui sotto.


domenica 9 novembre 2014

Domanda che fa pensare... ma anche no.

E' ormai evidente che il silviaccio è ormai un antroccolaccio zoppo e anche un po' spompato, è vero, ma è altrattanto vero che lo stagno dove vivacchia non ospita anatre mgliori di lui, anche se fisicamente non impedite.

Silvié, ce sta 'na clinica per zoppi ricchi che fa miracoli a Santo Domingo.





sabato 8 novembre 2014

E' la lega nord il colon degli elettori?

Si sa che la maggior parte di noi elettori votiamo "di pancia", cioé scegliamo il nostro partito (e il candidato chi lo conosce?) o il suo segretario in base ad emozioni, simpatie, ricordi, convinzioni e luoghi comuni sedimentati nel nostro 'intestino' nel corso degli anni e delle varie frequentazioni.

Però la digestione incomincia dal palato e finisce nel colon, dove il cibo ha ormai rilasciato tutto ciò che era utile per il nostro corpo e si è trasformato in scarto di lavorazione anche indicato con una parole che una persona educata non dovrebbe pronunciare mai.

Comunque incomincia con m.

Bene, adesso sappiamo quante fatiche e privazioni devono subire i politici legaioli prima avvicinarsi all'ultimo sfintere da cui proporranno poi la loro linea politica.

E a volte è ancora peggio, leggete la vignetta qui sotto.






Vi ricordate dello sciagurato Umbertùn...

...e delle sue immaginarie 300.000 doppiette della Valbrembana smaniose di scendere a Roma a fare pum pum?

Beh, le ha lasciate in eredità a quell'altro sciagurato mussoliniano di nome matteo, ma disgraziatamente di cognome salvini.

Sentiremo mai pum pum legaioli a Roma?

Solo quando mangiano troppi fagioli.



venerdì 7 novembre 2014

Oggi l'estate è finita

...è piovuto e non si è visto il sole, camminando si vedono le barche tutte ormeggiate, anche se il vento forse sarebbe propizio per una uscita, ma si ha voglia di tornare a casa, mettersi comodi, cazzeggiare un po' con telecomando e pc e lasciare il cervello allo stato brado, libero di impantanarsi dove vuole, come un bambino su un prato.

Perché tutta questa menata?

Per raccontarvi una mia personalissima interpretazione, accesasi dopo l'ennesimo caffé aromatizzato con la sambuca, di un ricordo del G20 svoltosi a Londra.

E anche per ricordarmi che siamo tutti persone umane, uguali l'uno all'altro e che ci differenzia solo la morale e la cultura... e forse anche qualcos'altro, ma non mi viene in mente.



Allarme a Roma!!

In via del Nazareno si sentono sinistri scricchiolii.

Allertati i vigili del fuoco, la protezione civile e silvio berlusconi.



giovedì 6 novembre 2014

Signorini, direttore del settimanale 'chi' è un...

...grande

E' assurdo paragonare una immagine volgarmente provocatoria tratta da un triviale programma televisivo girato seminudi su di una spiaggia da persone consenzienti, come lo era la pascale, ad una immagine rubata ad una ministra seduta nella sua auto guidata dal marito mentre sorbisce un gelato durante uno spostamento.

La scuola berlusconiana non è acqua.... putroppo.



mercoledì 5 novembre 2014

Agnelli & Berlusconi, gli imperatori del flop.

Lo sapevate che, regnante gianni agnelli, la Fiat prese una scoppola che ancora oggi  il mondo dell'auto classifica, a livello planetario, come la seconda dopo quella incassata dalla Mercedes con la sua smart?

Ecco i dati: "quella Stilo che, lanciata nel 2001, raggiunse a stento le 180.000 unità e solo nei primi due anni, contro un target annuale di 380.000.
Stilo costò a Fiat 2,1 mld di euro ed una perdita per unità di 2.729 euro"  (motori.it)

Chissà chi li avrà pagati quei miliardi?

Lo sapevate che, regnante silvietto nostro, forzitalia è passata da 10.923.431  voti nel 2001 a 4.614.364  nel 2014?

Due cose accomunano i due disastrati personaggi:  ambedue sono stati in odore di Presidenza della Repubblica ed ambedue hanno scaricato la loro pochezza su noi italiani "coglioni".

Fino ad un certo punto, chiariamolo, ché certi titoli a volte li meritiamo, ma tantissime altre no.





martedì 4 novembre 2014

"Lepre di Patania" è il nome del nuovo partito di salvini

"Struttura il più veloce e agile possibile", così ha sintetizzato il programma politico del nuovo schieramento leganord-fratellid'italia-casapound destinato ad assorbire nell'immediato futuro forzitalia, ncd e mezzo centro sinistra.

La persistente nebbia non ha migliorato l'umore di chi ha ascoltato questo proclama.

Forza salvì, facce ride!



Ipokritik, il demente a 5 stelle

Hanno festeggiato a champagne e musica di Beethoven come facevano gli aguzzini nazisti,  il losco farage ed il belìn grillo, dopo la carica della polizia contro il legittimo corteo della Fiom, e questa non è una bella cosa.

Ma qualcuno ha mai visto fare una cosa decente al patetico caruggi's king o leggere un qualsivoglia pensiero sensato nell'oppiaceo blog dedicato alle sue vittime da sindrome di Stoccolma?

Ipokritik, l'unico sedicente politicante che afferma essere il suo movimento senza un leader, a condizione che nessuno osi dissentire dai suoi farneticanti messaggi.

Se nella stanza dei bottoni ci fosse stato lui, avremmo assistito a questo:






lunedì 3 novembre 2014

Parallelo San Pietroburgo-Arcore

In questi giorni di rimpatriata dei black blocs (chissà perché questi non conoscono la precarietà) una notiziola gustosa ci è arrivata da San Pietriburgo dove il monumento a Stebe Jobs è stato rimosso dopo l'outing del CEO dell'Apple dichiaratosi omosessuale.

Molti si chiedono: e se il silviaccio nazionale facesse anche lui outing, quali monumenti distruggerebbero i sui fans?

La risposta è in questa scostumata vignetta.



Suffragette e Cipputi, esistono ancora?

Il diritto al lavoro e la dignità del lavoratore hanno ancora la valenza di cento anni fa'?

Il lavoro e la società attuali hanno moderni strumenti per affrontare questa stagione della globalizzazione?

Il passato serve per essere studiato, non per sorreggerci ciecamente in ogni stagione...  imho.



domenica 2 novembre 2014

Signori, vi presento in anteprima il futuro 51 percento! applausi...

In quel di Motta Visconti, laborioso centro del Pavese, il Comune è retto dalla collaudata confraternita razzista del centro destra di ispirazione del macabro nanetto di Arcore.

Una sua consigliera, del Comune, tale massimilia conti si è così espressa su facebook nei confronti dei Rom: "Comunque niente gattabuia, ci vorrebbero i forni…metto a disposizione la mia taverna. Se vedete del fumo strano che esce dal tetto non vi preoccupate". (cit La Provincia Pavese).

Immediata la reazione di matteo salvini che ha regalato a tutte le pizzerie e cantinette di Motta V. un apposito forno con tanto di benvenuto a zingari ed assimilati.

A questo punto poteva il grillo demens non rilanciare?

Purtroppo no, e lo ha fatto alla maniera sua.



sabato 1 novembre 2014

Pudore: Silvié, ne hai mai sentito parlare?

Sta urlando che la legge Severino che avrebbe permesso al sindaco di Napoli di rientrare nelle sue funzioni, non è stata applicata anche a suo favore: cose che riguardano le legittime interpretazioni dei giudici, quindi.

Ma lui no, sta urlando all'ingiustizia e pretende che anche la sua decadenza da senatore sia annullata, come la sentenza di condanna nel caso Ruby.

Ma non sta costando un po' troppo questo personaggio alla dignita del nostro Paese?

Chissà se delle elezioni anticipate potrebbero toglierci di torno questa diarrea cronica.

Elenco leggi pro berlusconi