Cerca nel blog

sabato 31 gennaio 2015

Ci voleva il Presidente Mattarella per scoprire lo scomparso Buttiglione

A margine della elezione del nostro nuovo Presidente, un'altruista equipe di "chi l'ha visto?" si è intrufolata nel Parlamento alla ricerca di un personaggio scomparso, ma che tutti si erano ben guardati di tentarne il rintraccio: era il pericolosamente contagioso 'pirlottus salentinus', portatore insano di scemenza precoce.

Attirato come un merluzzo dalla luce della lampara, il politico  (...?) Rocco Buttiglione, noto pirla salentino, è stato rapito dal fatale fascino della telecamera e, senza che alcuno gli chiedesse alcunché, ha spiattellato: "Mattarella è virulentemente antiberlusconiano", dopo di che è corso come un cucciolotto spaurito a nascondersi dietro le flaccide terga di Casini.

Ma quella lapidaria frase ha fatto immediatamente il giro del web arrecando ulteriore onore al Presidente Mattarella che aveva, sin dall'inizio, intuito la pericolosità, poi dolorosamente accertata da tutti noi e sulla nostra pelle, del berlusconismo post craxiano.

Amen



venerdì 30 gennaio 2015

Non bastasse Mattarella...

... a riempire di grigio la vita del puffetto d'Arcore, ci si mette involontariamente anche il prode Buffon con le sue prestazioni extra sportive declamate da Novella 2000.

Manco a letto trova più pace l'ex sbranatore di escort e di nipotine di capi di Stato arabi.

Però, diciamocelo, ha esagerato nello sfotterci quando noi stringevamo la cinghia e non potevamo permetterci quei risroranti sempre pieni che lui frequentava in buona compagnia... dài, ché un po' je sta bbene! 




Brrr... i Cosacchi sul Partenone?

Pronto a sparigliare i giochi della ditta Merkel-USA il nuovo premier greco: e chi non lo farebbe se fosse debitore di un creditore ottuso e senza animo?

mercoledì 28 gennaio 2015

Vi ricordate del m5s?

Si, proprio quell'ingarbugliata sigla di pseudo partito che ha imbarcato per una crociera gratuita un sacco di allegri quanto improvvisati parlamentari ex novo?

Beh, a bordo della nave ammiraglia della società "M5S CROCIERE", la scalcagnata bagnarola intitolata "Discordia", serpeggia un malcontento generalizzato che induce l'equipaggio ad andarsene, quatto quatto, per cercare qualche altro ingaggio su navi meglio attrezzate.

Anche oggi 9 marittimi-parlamentari sono sbarcati in cerca di un futuro più dignitoso e a niente sono valse le lusinghe del capitan gianroberto e del nostromo belìn-beppe.

Vedere per credere


martedì 27 gennaio 2015

Napoletano onesto = napoletano GM, parola di Grillo

Si è beccato una giusta querela da parte di una associazione consumatori il vecchio comicazzo genovese, si quello del "vaffanculo" totalizzante.

Intanto le sue idiote battutacce e le sue oscene "faccette" da stravaccato saltimbanco delle osterie descritte da Fellini in Satyricon sono oggetto di attenzione nella compilazione dell'anamnesi da parte di una équipe di psichiatri che stanno redigendo una richiesta di TSO che ci tolga di torno l'assillo della petulanza di questo disastrato finto politico.

Fate in fretta, per favore.



lunedì 26 gennaio 2015

Della Sfinge di Giza...

...come telespettatori ne sappiamo tanto, anche troppo, di questa fotogenica sfinge di Atene a nome Tsipras, stiamo incominciando a imparare qualcosa proprio oggi che è stato nominato nuovo premier di Grecia.

Certo che, presentarsi a Bruxelles per chiedere aiuto e comprensione accompagnato da un  socio antieuropeista dichiarato e convinto, è una cosa che a noi comuni mortali ricorda più le iperboliche avventure della mitologia greca che una normale procedura politica.

Ma con le Sfingi non si scherza, sono abituate a resistere ai millenni, figurati alla logica.



domenica 25 gennaio 2015

Gengis Renzi... si salvi chi può!

I giornali di oggi si stanno sbizzarrendo su un sapido botta e risposta tra Renzi e Magistratura: è quasi d'obbligo partecipare.

Bonariamente, s'intende.





#vaffanculo oggi, vaffanculo domani...

...e il misero ragioniere dei caruggi non riesce a fare ridere più nessuno.

D'altronde, non riuscendo a formulare alcuna idea politica che vada oltre il meno nobile degli sfinteri, cosa può combinare una strampalata coppia di avidi improvvisatori tipo grillo-casaleggio?

E Renzi veleggia senza avversari... tolti i parenti serpenti di partito e l'improvvido segretario (ah ah ah) della lega nord (ah ah ah!).


sabato 24 gennaio 2015

Ma siamo proprio certi certi certi che...

...qualcuno non pensi ad una cosa del genere?

A' Silvié, sarebbe bello avé n'artista TV al Quirinale, eh? 

Sto scherzando, sappiamo tutti che tu voterai Romano Prodi per fare finalmente la pace... ehm


 





venerdì 23 gennaio 2015

Agguato triestino a Firenze: la faina d'Arcore non desiste.

Ormai l'ex tutto vive di ricordi, vista la precarietà del suo presente, e quindi, per sentirsi comunque ancora vivo, ha tentato di far rivivere i fasti di quando era lui, immeritatamente, ad ospitare premiers di tutto il mondo 

L'incontro bilaterale Italia Germania del 2008 fu eclatante per la trovata del nanetto che si nascose dietro un lampioncino per poi spuntare improvvisamente fuori, come un pupazzetto a molla, al passaggio della Merkel.

Quel "cucù" divenne immortale nella storia delle stronzate internazionali ed il silvietto nonnetto senza più pompetta ha voluto far rivivere l'atmosfera di quell'incontro bilaterale anche nel 2014 a Firenze.

Peccato che nel frattempo si fosse trasformato da premier a pregiudicato e ci son volute ore di pressanti colloqui con la direzione sanitaria delle clinica psichiatrica dove due energici infermieri lo avevano trasferito, per farlo tornare a casa e alle cure della scoglionata Francesca.

Sic transit...


giovedì 22 gennaio 2015

Poteva il Silviaccio stare lontano...

...dalla sua amata "culona inchiavabile", come lui teneramente definiva?

Ha proprio ragione quel detto popolare per cui chi nasce tondo non può morire quadro.






Il fragile Fassina

Si sa che nei momenti di cambiamento della vita non sempre si è in grado di affrontare questo evento con tutta la lucidità disponibile e si corre il rischio di cedere ad imbarazzanti forme di isterismo.

Guardate cosa sta succedendo al bravo Fassina, sospetto appartenente al Kaliffato Rosso del PD.



mercoledì 21 gennaio 2015

La tardona ed il pischello

E' la solita eterna storia del giovane pivello che, alle prime esperienze di sesso libero, spesso si imbatte in una apparentemente generosa tardona che poi si rivelerà essere una esigente arpìa.

L'inevitabile fuga può però trasformasi in un doloroso sfottò di amici e parenti, ma la vita continua, fortunatamente.

Però Renzi, alla non più verdissima età di 40 anni, poteva evitarci di assistere a questo ridicolo spettacolo.

Doveva essere una semplice sveltina pro riforme: che minkia sta succedendo nel PD e non solo?

Rinfodera la baionetta e riaccendi il cervello, Matteo.



martedì 20 gennaio 2015

Eutanasia per Grillo?

Perché continuare ad assistere alla comica agonia politica dell'ex comico in disastrosa ritirata dall'agone politico, dove ormai conta più il barbiere di casaleggio che lui e i suoi 90 kili di adipe?

"Libero" ci da una inutile ma gustosa testimonianza del suo più recente rantolo.

Grillo:"L'elettore del Pd? Broker, finanziere o ex della Magliana"


lunedì 19 gennaio 2015

Kaliffato PD e foreign fighters italioti (post travagliato)

Appena nato, il califfato de noantri ha già attirato i primi sfrattati disperati e senza tetto della politica italiana.

A quando l'erede del Trota?





domenica 18 gennaio 2015

Quando un legaiolo si trova, a sua insaputa, seduto su una poltrona istituzionale...

...sghignazzanti risate amare percorrono il bel Paese.

Solo di questi giorni due involontarie barzellette stanno rallegrando le serate in compagnia: la prima è quella del segretario della leganord (e a sentire ciò già l'espressione dei presenti si apre in attesa della inevitabile risata) che si è scagliato contro il governo Renzi per aver "pagato" per la liberazione della due ragazzotte fregate, nel senso di rapite, in Siria, dimenticando (o ignorando, ancora peggio) che proprio la lega governativa aveva "pagato" per prima per la liberazione della Sgrena e delle due Simone rapire in Iraq e che, nonostante questo, un nostro funzionario, il povero Callipari, era stato assassinato sulla strada per l'aeroporto di Bagdad.

La seconda è quella odierna del disadattato calderoli, vicepresidente del Senato, credo, che ha bellamente dichiarato che il 98% dei "grandi elettori" è illegittima.
Straziati da questa notizia, gli italiani hanno però ripreso il loro istintivo sorriso non appena il ponderoso neurone dell'odontotecnico senatore ha rivelato la giusta soluzione del caso.

Domani è un altro giorno, la lega no, è sempre quella.


sabato 17 gennaio 2015

Ma perché è cosi difficile essere un vero uomo? Sergio Sergio...

C'é una bellissima canzone di Charles Aznavour, "il faut savoir", che forse Cofferati non ha mai ascoltato.

"Il faut savoir,
Coûte que coûte,
Garder toute sa dignité,
Et malgré, ce qu'il en coûte,
S'en aller sans se retourner "

E' una canzone d'amore, ma si adatta a tante circostanze della vita.


 .

venerdì 16 gennaio 2015

Tonnara 2015, evento mostruosamente melanconico... ih ih ih

Non sappiamo ancora se questo 2015 sarà per noi il primo anno magico dopo la iattura della crisi globale, ma certo che la crescente richiesta di tonno in scatola fa ben sperare.

I tonni tutti, niuno escluso, stanno particolarmente attenti a dove mettono le pinne di questi tempi, ma qualcuno da inscatolare lo troveremo sicuramente.

Anche fra i predatori c'è chi è inadeguato, è una legge della natura.





mercoledì 14 gennaio 2015

Lega nord licenzia, salvini esulta.

Per la prima volta nella storia leghista, i sindacati entrano nella sede di via Bellerio. Dopo l'annuncio del licenziamento dei 71 dipendenti della struttura da parte dei vertici del Carroccio, infatti, alcuni lavoratori hanno deciso di prendere la tessera di Cgil, Cisl e Uil: "Sono gli unici a tutelarci" (cit Repubblica TV).


E quell'astuta faìna del salvini, socio di marina le pen, buffo fustigatore di questo governo e sfegatato fan di Putin e Kim Jong-un,  cosa ti fa?

L'unica cosa che può fare un devastato politico sodale del sen. razzi: non capirci un Trota.



martedì 13 gennaio 2015

I legaioli leggono i libri... dicono loro

C'è del drammatico nell'ignoranza dell'ex studente fallito di nome salvini che aveva usato i bagni di un liceo scientifico e fors'anche, ma inutilmente, quelli di  una università,

Intimamente invidioso dei veri studenti, vorrebbe anche lui poter esibire un briciolo di cultura per poter instillare almeno un barlume di dubbio circa la sua palese ignoranza.

Lui ci prova, ma è talmente stupido che ricorre ancora alle infantili bugiole con cui cercava di giustificare alla maestra una lezione non studiata e tantomeno capita.

Tipo questa:Libro fantasma


Salvini: la demente spada dell' Islam.

Una volta, negli anni '30, un qualche Iman libico (a quei tempi si usava l'oppio puro) concesse al cav. benito mussolini la "spada dell'Islam": il cav. la accettò e si impegnò a difendere quella religione.

Ci furono le solite festicciole e fotografie, una delle quali ritraeva il cav. in sella ad un bellissimo cavallo arabo dalle eleganti fattezze tipiche del purosangue dei purosangue che mettevano in evidenza le dozzinali fattezze del panciuto dittatoruncolo di Predappio. 
Nella foto il cav. impugna una spada verso il cielo, quasi a dire: "a' Maomé hai chiuso, arrivo io!". Il seguito lo conosciamo, purtroppo.

Adesso è l'ora del legaiolo in chief ad essere guardato come strumento low cost per il dopo isis.

Si, perché dopo che la tragica strage è stata compiuta, che la Francia ha risposto come da copione, che mezza Europa ha sentito quell'eccitante brividino di ingiustificata paura che si prova guardando un incidente stradale dalla finestra del decimo piano e che i politici hanno completato la liturgia dello sdegno, della comozione e della celebrazione di sé stessi, i petrolieri potrebbero dare il benservito all' isis.

Missione compiuta, quello che volevano ottenere è a portata di mano e l' isis è un fastidioso ingombro.

Così si legge in giro.

E salvini cosa c'entra (ammesso che c'entri in qualche cosa di sensato)?

Niente, solo che è uno squattrinato che però spara tali cazzate, quale segretario della lega e parlamentare europeo, che potrebbe interessare l'isis per continuare sottovoce la sua guerra all'Occidente.

Lui, il legaiolo, già sogna.


mercoledì 7 gennaio 2015

Si infittisce il mistero misterioso di via XX settembre

Sembra essere denis verdini, stando alle news odierne, la faina introdottasi nel pollaio del ministero del tesoro per taroccare il decreto legge sul fisco.

"E' per uso personale, non l'ho faccio per spaccio", sembra aver dichiarato l'ex macellaio ed improbabile banchiere fiorentino (to', ci sono parecchi fiorentini in giro di questi tempi), ma una foto sembra smentirlo.

Che brutto misteriaccio, quello di via XX settembre a Roma!






martedì 6 gennaio 2015

Il mistero scemo del Ministero di via XX settembre

Dagospia fa intendere che la misteriosa postilla "salvasilvio" potrebbe essere stata concordata, e subdolamente inserita nel decreto sul fisco, nientepopòdimenoché dall'avvocato di Silvio primero, re d'Arcore e di Olgettina, con un paio di dirigenti del locale Ministero competente, di cui rivela il nome ed il cognome.

Sarà vero? 

Si sa che la politica  di un governo, anche democratico, non può essere soggetta ad un regolamento di disciplina militare perché, giustamente, deve poter affrontare sempre nuove situazioni contingenti operando con ogni legittima (ma anche no) discrezionalità, per cui... perché no?

Il lato comico della questione è però rappresentato dall'ondeggiamento del nostro premier-pendolo che è partito da un " 'un sapevo niente" per andare ad un " 'un sapevo niente, ma so chi l'ha fatto", per  poi tornare a " 'un sapevo niente, ma in parlamento gli faccio un 'ulo così".

Occhio Matteo, tra poco ci saranno le idi di gennaio... sarà il caso che ti metta una maglia pesante?
Le idi hanno una lunga storia di sfiga per imperatori e reucci.



lunedì 5 gennaio 2015

Pesto lesso alla romana

Il povero beppaccio non ha ancora capito come è fatto il cittadino romano, gente che da millenni conosce il potere e lo tollera sbeffeggiandolo o prendendolo per il... lì, insomma.

Si, ci voleva il belìn al pesto per fregarlo con quattro paroline...



domenica 4 gennaio 2015

Equilibrio, parola magica di questi tempi.

Da quando Renzi ha pronunciato l'aggettivo "equilibrato" c'è una strana ed anomala attività nel mondo dei politici nostrani: vedi un brunetta che tenta di stare su di una zampetta sola, il Dudù che cerca di erigersi su due delle sue zampette, il toti che sta imparando a memoria mezza Treccani per tentare inutilmente di capire il significato di "equilibrio" e suoi derivati, la santanché che ha ordinato delle scarpe tacco 20, il salvini che cerca di far stare in equilibrio, uno sull'altro, 10 fiaschi di barbera e il grillo che ha controllato la lista degli iscritti al m5s per vedere se c'é un signor Equilibrato da espellere.

E il silviaccio?

Lui, come sempre, ha fatto le cose in grande: ha teso una corda davanti al Quirinale e passa le sue giornate a camminarci sopra, con sospetta nonchalance.

Poi c'é il risveglio.



sabato 3 gennaio 2015

Mario Draghi, il climber Pinocchio

Nessuno crede al Marione nazionale quando afferma:"io resto alla BCE, non sono un politico".

Era stato messo lì per fare volontariato e nessuno se ne era accorto.

Crediamogli, se proprio vogliamo, ma certo che la faccia di bronzo da politico ce l'ha di sicuro.



venerdì 2 gennaio 2015

Un tornello per ogni pizzardone... sembra che brunetta r. la pensasse così, quando faceva il ministro

Irruento come sanno esserlo i chihuahua, l'intemperante cranio pensante del centrodestra in toto immaginò cosi la sua "rivoluzione dall'alto" nel lontano 1908  Leggere per credere

"Primo giorno con i tornelli a Palazzo Chigi, per la registrazione delle presenze e degli orari di ingresso. "Abbiamo introdotto i tornelli, abbiamo introdotto la scheda. Voglio andare a salutare i miei dipendenti perché stiamo facendo una piccola rivoluzione", ha detto il ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta, presente all'inaugurazione. "Voglio essere lì con i lavoratori", ha proseguito.. etc.
(cit. TGcom 24)


"Chi mi ha fregato i tornelli?!" sembra, si sussurra, che abbia stridulamente abbaiato il meticcio di cocker veneziano alla notizia dell'assenza dal servizio dell' 83% dei vigili urbani di Roma il giorno, e la notte, del 31 dicembre 2014.

Si sa che i cagnetti fanno una grande compagnia, ma la loro intelligenza è solo una invenzione dei propri padroni.


giovedì 1 gennaio 2015

Imabarazzante previsione metereologica in zona Arcore

La rotta aerea Arcore-Madrid è attualmente ingolfata per l'isterico andirivieni di un unico aereo della flotta mediaset che trasporta una unica passeggera, sempre la stessa e sempre accompagnata da un innocente cagnetto bianco: cosa nasconde questo insolito traffico?

L'impaziente signorini, l'Indro Montanelli di shampiste e lavandaie (con doveroso rispetto a queste due dignitosissime attività), rosica impaziente il guinzaglio del suo padroncino silvietto perché lui "sa", ma silvietto lo prende a calci ad ogni accenno di bau bau.

Come finirà... o come è finita questa storia?

Un po' di gossip, tanto per rallegrare questo 2015 che non vorremmo assomigliasse al 2014.


Tragico Beppe Fantozzi in arte Grillo

Provo un sincero senso di pena quando vedo un anziano debosciato, in ritardo per ogni possibile pentimento o riabilitazione, arrancare lungo i suoi pochi giorni di notorietà rimastigli, essendo egli cosciente che tra poco saranno solo i creditori a ricordarsi di lui.

Si, mi fa pena... ma poi penso a quanti casini ha creato a noi italiani con quel minkia di pseudo partito che un gratta e vinci della vita gli ha immeritatamente regalato e allora faccio mio il suo grido di guerra: "vaffanculo, belìn!".

Comunque un effetto benefico a qualcuno riesce ancora a procurarlo.