Cerca nel blog

mercoledì 3 giugno 2015

Chissà cosa si aspettava il triste Salvini...

Nonostante il parziale successo numerico della lega, anche un neurone semplicemente non ubriaco capirebbe che tra i due Matteo non c'é possibilità di confronto: assiderale la differenza di capacità politica che, una volta approvato lo 'ius soli', diventerà elettoralmente incolmabile per l'ignobile razzista.

E allora?

Presto fatto: si accantonano velleitarie sfide e ce se la prende con il mite Pisapia, attuale sindaco di Milano, città he ne ha viste di tutti i colori e che quindi sarebbe in grado di sopportare anche questa calamità.

Eccovelo qui, il pirlùn, mentre dichiara la sua intenzione.



Nessun commento:

Posta un commento